Cos'è il MEV nelle criptovalute?

Cos'è il MEV nelle criptovalute?

Le blockchain, proprio come i liberi mercati, nascondono inefficienze. Affinché i mercati funzionino in modo ottimale, è necessario sfruttare queste inefficienze, un concetto rispecchiato nella blockchain attraverso il cosiddetto valore massimo estraibile (MEV). MEV si riferisce ai potenziali profitti che minatori e validatori possono ottenere manipolando gli ordini di transazione all'interno di un blocco. Questa pratica è fondamentale per ottimizzare la redditività e l'efficienza della rete.

Nell'ecosistema blockchain, le transazioni in attesa di conferma vengono archiviate in un'area di attesa pubblica nota come " mempool ". Minatori e validatori possono estrarre valore da queste transazioni in sospeso scegliendo di includerle, escluderle o riordinarle prima di creare un blocco. Questo blocco viene quindi convalidato e aggiunto alla blockchain. Tali attività non solo garantiscono l’ottimizzazione dei blocchi, ma aprono anche strade per il profitto attraverso MEV.

Sebbene il MEV possa migliorare l’efficienza della rete, comporta anche potenziali rischi. Ad esempio, alcune strategie MEV possono essere dannose per l’esperienza dell’utente dando priorità al profitto rispetto all’integrità della transazione. Il fenomeno è prevalentemente associato a Ethereum per via del suo supporto ai contratti intelligenti, che forniscono terreno fertile per le strategie MEV. Tuttavia, è importante notare che MEV non è esclusivo di Ethereum; è presente in ogni blockchain che supporta i contratti intelligenti, sebbene sia meno redditizio su piattaforme come Bitcoin, che non dispone della funzionalità dei contratti intelligenti.

Cos'è il MEV?

Il valore massimo estraibile (MEV) è emerso come un concetto significativo nel mondo della blockchain e del trading di criptovalute, spesso descritto come una "tassa invisibile" che i miner o i partecipanti alla rete possono imporre agli utenti. Rappresenta il profitto potenziale che può essere ottenuto manipolando l'ordine delle transazioni durante la produzione dei blocchi.

Il termine "MEV" è stato originariamente coniato in un articolo del 2019 dal ricercatore di contratti intelligenti Phil Daian e dai suoi colleghi nel loro lavoro intitolato "Flash Boys 2.0", che discuteva le implicazioni etiche e tecniche della manipolazione delle transazioni. Tuttavia, l’idea stessa è stata accennata per la prima volta nel 2014 da un trader algoritmico conosciuto con lo pseudonimo di Pmcgoohan su Reddit, che ha espresso preoccupazione per i minatori che potrebbero riorganizzare le transazioni per guadagno personale.

MEV prevede diverse tattiche, incluso il riordino delle transazioni nel mempool, dove le transazioni attendono prima di essere aggiunte alla blockchain. Ciò può portare al front running, in cui i minatori eseguono prima le loro transazioni in base alla conoscenza delle transazioni in sospeso, influenzando potenzialmente le dinamiche del mercato in modo sfavorevole per gli utenti regolari.

All'inizio del 2020, secondo quanto riferito, oltre 674 milioni di dollari sarebbero stati estratti attraverso tali manipolazioni sulla blockchain di Ethereum, indicando la portata e la redditività di MEV. Sebbene il termine abbia acquisito un riconoscimento e un utilizzo più ampi intorno al 2019, è rapidamente diventato un argomento critico nelle discussioni sulla finanza decentralizzata (DeFi) e sulla sicurezza della rete, in particolare su Ethereum, che fornisce un ambiente favorevole per tali attività a causa del suo complesso panorama delle transazioni e capacità di contratto intelligente.

La crescente comprensione ed esplorazione del MEV ne evidenziano i potenziali impatti, non solo sull’equità e la trasparenza del mercato, ma anche sulla sicurezza e sull’efficienza complessive delle reti decentralizzate. Mentre la comunità blockchain continua ad affrontare queste sfide, MEV rimane un’area fondamentale di ricerca e dibattito.

Come funziona l'estrazione del MEV?

Il Maximal Extractable Value (MEV) ha avuto origine nel contesto della finanza decentralizzata (DeFi) ed è diventato un aspetto significativo delle dinamiche della rete blockchain, in particolare su Ethereum. MEV si riferisce al profitto potenziale che i minatori o i validatori possono ottenere manipolando l’ordine delle transazioni durante la produzione dei blocchi. Inizialmente, quando Ethereum operava con un sistema di prova di lavoro (PoW), il termine era noto come "valore estraibile dal minatore", riflettendo la capacità dei minatori di riordinare le transazioni all'interno di un blocco a proprio vantaggio finanziario.

Con il passaggio di Ethereum alla proof-of-stake (PoS) alla fine del 2022, un processo noto come "The Merge", la pratica di estrazione del valore è continuata, portando al termine più ampio "massimo valore estraibile". Ciò riflette la continua capacità dei validatori, non solo dei minatori, di influenzare l’ordine delle transazioni a scopo di lucro. Nonostante il cambiamento nel meccanismo di consenso, il concetto centrale del MEV rimane: implica l’ordinamento strategico delle transazioni per sfruttare opportunità di arbitraggio, front-running e altre strategie di massimizzazione del profitto all’interno dei blocchi.

Il MEV viene calcolato considerando vari fattori, tra cui la tempistica e la sequenza delle transazioni. I minatori o i validatori cercano di massimizzare i propri profitti ottimizzando l’ordine delle transazioni, sfruttando i differenziali di prezzo sugli scambi decentralizzati e sfruttando la congestione della rete, che spesso porta a un aumento delle commissioni di transazione. Durante i periodi di elevata congestione, i miner possono dare priorità alle transazioni che offrono tariffe più elevate, migliorando così i rendimenti finanziari derivanti dal MEV.

Il fenomeno del MEV solleva diverse preoccupazioni all’interno della comunità blockchain, in particolare per quanto riguarda l’equità e la trasparenza. Può portare a situazioni in cui determinate transazioni hanno la priorità rispetto ad altre in base al guadagno finanziario che offrono ai minatori o ai validatori, compromettendo potenzialmente l’imparzialità e l’integrità della blockchain. Inoltre, il MEV può avere un impatto sulla definitività e sull'esito delle transazioni, poiché il riordino può alterare la sequenza in cui le transazioni vengono confermate, influenzando l'esperienza degli utenti e la fiducia nel sistema.

Poiché la tecnologia blockchain e il panorama DeFi continuano ad evolversi, comprendere e affrontare le implicazioni del MEV rimane fondamentale per mantenere la sicurezza, l’efficienza e l’equità delle reti decentralizzate.

Tipi di attacchi MEV e loro impatto

Gli attacchi Maximal Extractable Value (MEV) utilizzano vari metodi per sfruttare le transazioni blockchain, influenzando in particolare il panorama della finanza decentralizzata (DeFi) di Ethereum. Tra gli attacchi MEV più diffusi vi sono gli exploit front-running e gli attacchi sandwich.

  • Exploit di primo piano : si verificano quando gli autori dei reati, utilizzando bot automatizzati, rilevano transazioni redditizie in sospeso nel mempool, l'area di attesa per tutte le transazioni non confermate. Questi robot, spesso chiamati "front-runner generalizzati", identificano una transazione redditizia e ne effettuano rapidamente una identica con una tariffa per il gas più elevata, garantendo che la loro transazione venga elaborata per prima. Questa strategia consente loro di trarre vantaggio dai movimenti dei prezzi prima che la transazione originale venga eseguita. Ad esempio, un trader potrebbe rilevare un grosso ordine di acquisto per una criptovaluta e piazzare il proprio ordine di acquisto a un prezzo leggermente più alto, beneficiando del successivo aumento dei prezzi.
  • Attacchi sandwich : questo tipo di attacco si verifica quando un attore malintenzionato inserisce la propria transazione tra due transazioni legittime, manipolando il mercato per guadagno personale. Ad esempio, se un grande ordine di vendita è seguito da un piccolo ordine di acquisto su una borsa decentralizzata (DEX) , un utente malintenzionato potrebbe inserire un ordine di vendita appena prima dell'ordine di acquisto per trarre profitto dalle manipolazioni dei prezzi causate dalle sue azioni.

I Flashbot forniscono un approccio più segreto all'estrazione MEV, offrendo una piattaforma in cui gli utenti e i minatori di Ethereum possono negoziare privatamente l'ordine delle transazioni all'interno di un blocco. Questa iniziativa mira a creare un ecosistema più equo per l’estrazione di MEV riducendo l’impatto di strategie dannose come quelle generalizzate.

  • Arbitraggio DEX : nella finanza decentralizzata, le opportunità di arbitraggio sorgono quando c'è una differenza di prezzo per lo stesso token tra vari scambi decentralizzati (DEX). I robot MEV sfruttano queste discrepanze acquistando token a un prezzo inferiore su un exchange e vendendoli immediatamente su un altro dove il prezzo è più alto. Ciò non solo genera profitto per l’operatore del bot, ma aiuta anche ad allineare i prezzi dei token su diverse piattaforme, migliorando così l’efficienza del mercato. Questo metodo, sebbene competitivo, può produrre rendimenti significativi, come evidenziato da un caso nell'agosto 2020 in cui un trader ha realizzato un profitto netto di $ 40.000 sfruttando la differenza di prezzo tra stablecoin su diversi DEX.
  • Liquidazione : questa strategia MEV coinvolge i protocolli di prestito DeFi in cui gli utenti devono depositare criptovaluta come garanzia per i prestiti. Se un prestito diventa sottocollateralizzato, in genere a causa di una diminuzione del valore della garanzia, il protocollo ne consente la liquidazione. I ricercatori MEV utilizzano i robot per monitorare questi prestiti ed eseguire rapidamente le liquidazioni quando diventano redditizi, guadagnando commissioni di liquidazione nel processo. Ciò non solo fornisce un incentivo per mantenere la stabilità finanziaria della piattaforma di prestito, ma crea anche un ambiente competitivo in cui più robot possono tentare di essere i primi a innescare una liquidazione.

Queste strategie MEV evidenziano la natura competitiva e spesso segreta degli ordini di transazioni su blockchain, presentando sia sfide che opportunità per i partecipanti al mercato. Sollevano notevoli preoccupazioni sull’equità e sulla trasparenza del mercato, poiché possono manipolare i prezzi, influenzare la definitività delle transazioni e creare condizioni di gioco ineguali tra trader e investitori.

middle

Vantaggi del MEV

Il Maximal Extractable Value (MEV) nasce dall’architettura decentralizzata della tecnologia blockchain, che intrinsecamente manca di un’autorità centrale per dettare l’ordine delle transazioni. Questa caratteristica della blockchain offre ai minatori o ai validatori l’opportunità di impegnarsi in attività simili al front-running, dove possono dare priorità ad alcune transazioni rispetto ad altre per guadagno personale.

Guadagno finanziario attraverso la definizione delle priorità delle transazioni : una forma prevalente di MEV è il front-running delle transazioni nella finanza decentralizzata (DeFi). Le piattaforme DeFi consentono varie operazioni finanziarie come negoziazione, concessione di prestiti e prestiti senza intermediari. Le transazioni su queste piattaforme sono pubbliche, consentendo ai minatori di osservarle e riordinarle per trarre vantaggio dai movimenti di prezzo risultanti. Ad esempio, rilevando un grande scambio che sta per verificarsi, un minatore potrebbe effettuare un ordine in anticipo per trarre profitto dalla variazione di prezzo che questo scambio causerà.

Manipolazione del consenso della Blockchain : nei sistemi di prova di lavoro (PoW) come le prime versioni di Bitcoin ed Ethereum, i minatori risolvono complessi enigmi matematici per convalidare le transazioni e aggiungerle alla blockchain. Scelgono quali transazioni includere in un blocco e la sequenza di queste transazioni. Questo controllo sull’ordine delle transazioni consente ai miner di estrarre valore in diversi modi:

  • Guadagni finanziari : i minatori possono sfruttare la loro posizione per trarre vantaggio dalle differenze di prezzo e dalle dinamiche di mercato. Nei mercati delle criptovalute, dove i prezzi possono oscillare rapidamente, anche i vantaggi minori possono tradursi in profitti sostanziali.
  • Vantaggio competitivo : l'inclusione e l'ordinamento delle transazioni strategiche non solo aumentano i profitti di un minatore, ma migliorano anche la sua influenza sulla rete. I minatori possono ottenere un vantaggio posizionando strategicamente le loro transazioni, eseguendo la censura delle transazioni o manipolando il flusso delle transazioni per aumentare i loro premi minerari.

La transizione di Ethereum da PoW a Proof-of-Stake (PoS) durante "The Merge" ha leggermente modificato il panorama ma non ha eliminato le opportunità MEV. I validatori in PoS possono influenzare in modo simile l’ordine delle transazioni, continuando a beneficiare dei meccanismi di MEV.

Vantaggi per la rete : nonostante il suo potenziale uso improprio, MEV può anche contribuire positivamente agli ecosistemi blockchain. Sfruttando le opportunità di arbitraggio e l’efficienza delle transazioni, le pratiche MEV possono portare a una determinazione dei prezzi più accurata degli asset e a comportamenti di mercato più efficienti. Inoltre, la natura competitiva del mining e della convalida incoraggia continui miglioramenti e innovazioni nelle operazioni e nella sicurezza della rete.

Nel complesso, mentre il MEV pone sfide in termini di equità e trasparenza, sottolinea anche lo spirito dinamico e competitivo della tecnologia blockchain, guidando sia l’efficienza economica che l’innovazione all’interno dell’ecosistema.

Conclusione

Il Maximal Extractable Value (MEV) presenta una sfida e un’opportunità dalle molteplici sfaccettature all’interno dell’ecosistema blockchain, influenzando le dinamiche delle transazioni, la congestione della rete e i prezzi del gas. Le tecniche di estrazione di MEV come gli attacchi front-running e sandwich possono avere un impatto negativo sulla rete aumentando la congestione e aumentando i prezzi del gas, il che influisce negativamente sugli altri utenti. Tuttavia, non tutti i metodi MEV hanno effetti dannosi; ad esempio, l’arbitraggio DEX aiuta a bilanciare i prezzi tra gli scambi, portando a prezzi più equi per gli utenti.

Nonostante le sfide, il MEV presenta anche alcuni vantaggi. Può incentivare più entità a partecipare alla convalida della rete e a mantenere la sicurezza della blockchain. Tuttavia, la natura ambigua del MEV – essendo sia potenzialmente sfruttatore che benefico – richiede lo sviluppo di soluzioni che rendano l’estrazione del MEV più accessibile, resistente alla censura, non dannosa e democratizzata. Anche se eliminare completamente il MEV potrebbe non essere fattibile, la ricerca in corso si concentra sulla minimizzazione dei suoi impatti negativi per servire meglio la comunità blockchain.

Inoltre, l’evoluzione della tecnologia blockchain, come i progressi nell’esecuzione parallela e nelle blockchain modulari, probabilmente modificherà il modo in cui viene catturato il MEV, stimolando ulteriori ricerche e portando potenzialmente a scoperte rivoluzionarie nel modo in cui viene gestito.

Poiché il panorama delle criptovalute continua ad evolversi, comprendere e affrontare il MEV è fondamentale. Essere proattivi nell’apprendimento e nell’implementazione di strategie per mitigare gli effetti negativi del MEV è vitale per salvaguardare le risorse digitali. Rimanendo informati e impegnandosi in soluzioni innovative, i partecipanti possono contribuire a creare un ecosistema più sicuro ed equo. Accetta la sfida continua, potenzia te stesso con la conoscenza e gioca un ruolo proattivo nel plasmare un futuro resiliente per la finanza decentralizzata.

bottom

Ti ricordiamo che Plisio ti offre anche:

Crea fatture crittografiche in 2 clic and Accetta donazioni in criptovalute

12 integrazioni

6 librerie per i linguaggi di programmazione più diffusi

19 criptovalute e 12 blockchain

Ready to Get Started?

Create an account and start accepting payments – no contracts or KYC required. Or, contact us to design a custom package for your business.

Make first step

Always know what you pay

Integrated per-transaction pricing with no hidden fees

Start your integration

Set up Plisio swiftly in just 10 minutes.