I migliori prestiti in criptovaluta e piattaforme di prestito in criptovaluta nel 2024

I migliori prestiti in criptovaluta e piattaforme di prestito in criptovaluta nel 2024

Nel mondo in evoluzione delle criptovalute, il concetto di utilizzare risorse digitali come garanzia per i prestiti ha guadagnato terreno, presentando un nuovo modo per i detentori di sfruttare le proprie criptovalute senza liquidare le proprie posizioni. Questo approccio innovativo al finanziamento consente alle persone di accedere ai fondi garantendo prestiti contro la loro criptovaluta, rispecchiando le pratiche di prestito tradizionali in cui beni come azioni, immobili e veicoli fungono da garanzia.

Il fascino dei prestiti crittografici risiede nei suoi numerosi vantaggi, tra cui l’accesso immediato al capitale, tassi di interesse competitivi, processi di finanziamento rapidi e l’eliminazione dei controlli di credito convenzionali. Ciò rende i prestiti in criptovaluta un’alternativa interessante alle fonti di credito tradizionali, soprattutto per coloro che cercano soluzioni finanziarie a breve termine.

Tuttavia, il settore dei prestiti crittografici non è privo di insidie. La natura volatile delle criptovalute significa che i mutuatari potrebbero dover impegnare ulteriori risorse digitali se il valore di mercato delle loro garanzie diminuisce. Inoltre, il mancato rispetto degli obblighi di rimborso può comportare sanzioni, che si aggiungono alla tensione finanziaria.

Nonostante queste sfide, i potenziali vantaggi dei prestiti crittografici non possono essere ignorati. Offrono un'opportunità unica per ottenere liquidità senza separarsi dalle criptovalute, che potrebbero aumentare di valore nel tempo. Tuttavia, si consiglia cautela. Il settore è stato testimone di casi in cui le piattaforme di prestito hanno cessato le operazioni, con conseguenti perdite significative per i depositanti. Pertanto, è fondamentale che i partecipanti conducano una ricerca approfondita e considerino tutti i fattori prima di impegnarsi nel prestito crittografico, imparando dagli errori del passato per navigare in sicurezza in questo panorama promettente ma rischioso.

blog top

Come scegliere una piattaforma di prestito cripto?

Scegliere la giusta piattaforma di prestito crittografico è fondamentale per chiunque desideri ottenere un prestito utilizzando la propria criptovaluta come garanzia. La decisione dovrebbe basarsi su una valutazione completa di vari fattori in linea con le vostre esigenze specifiche, obiettivi finanziari e tolleranza al rischio. Ecco una guida per aiutarti a orientarti nel processo di selezione:

  • Misure di sicurezza : la sicurezza della piattaforma di prestito è fondamentale. Investiga se la piattaforma dispone di un solido quadro di sicurezza e se si sono verificate violazioni o hack della sicurezza nel passato. Garantire la sicurezza delle tue risorse digitali dovrebbe essere la tua massima priorità.
  • Reputazione della piattaforma : è probabile che una piattaforma affidabile offra un servizio più affidabile e soddisfacente. Cerca piattaforme con recensioni positive degli utenti, testimonianze forti e una buona reputazione all'interno della comunità crittografica. La reputazione di una piattaforma può spesso indicare la qualità del servizio e l'affidabilità che ci si può aspettare.
  • Tassi di interesse e condizioni di prestito : diverse piattaforme offrono tassi di interesse e condizioni di prestito diversi. È importante comprendere questi dettagli in anticipo. Cerca tariffe e termini competitivi che meglio si adattano alla tua situazione finanziaria e alle tue capacità di rimborso.
  • Criptovalute supportate : assicurati che la piattaforma supporti le criptovalute che intendi utilizzare come garanzia. La disponibilità dei tuoi asset crittografici preferiti è un fattore chiave nella scelta di un fornitore di prestiti.
  • Rapporti prestito-valore (LTV) : i rapporti LTV determinano l’importo che puoi prendere in prestito rispetto al valore della tua garanzia. Le piattaforme che offrono rapporti LTV più elevati possono consentirti di prendere in prestito di più a fronte delle tue risorse crittografiche. Tuttavia, tieni presente i rischi associati a LTV più elevati, soprattutto nei mercati volatili.
  • Tasso annuo effettivo globale (TAEG) : il TAEG rappresenta il costo annuale del prestito e comprende i tassi di interesse più eventuali commissioni aggiuntive. Il confronto degli APR tra le piattaforme può aiutarti a trovare l'opzione più conveniente.
  • Dettagli sui termini del prestito : prestare attenzione alle specifiche dei termini del prestito, come i periodi di rimborso e i requisiti minimi di pagamento. Questi dettagli possono avere un impatto significativo sulla tua esperienza di prestito e sulla pianificazione finanziaria.
  • Assistenza clienti : un'assistenza clienti di qualità è essenziale, soprattutto per affrontare le complessità dei prestiti crittografici. Sebbene i protocolli DeFi possano non avere un servizio clienti diretto, le piattaforme centralizzate dovrebbero offrire un supporto completo per risolvere eventuali dubbi o problemi che potresti incontrare.

Considerando attentamente questi fattori, puoi prendere una decisione più informata quando scegli una piattaforma o un fornitore di prestito crittografico. Questo approccio ti aiuterà a trovare una piattaforma che non solo soddisfi le tue esigenze di prestito, ma garantisca anche la sicurezza e la flessibilità di cui hai bisogno.

Confronta i migliori prestiti in criptovaluta e le migliori piattaforme di prestito in criptovaluta nel 2024

Aave

Aave si distingue come figura di spicco nel campo della finanza decentralizzata (DeFi) , nota soprattutto per la sua specializzazione nei prestiti flash. Operando sulla blockchain di Ethereum, Aave si è ritagliata una nicchia offrendo tassi di interesse competitivi bassi insieme a funzionalità innovative come i prestiti flash, rendendola una piattaforma di riferimento per coloro che desiderano sfruttare le opportunità di arbitraggio all'interno dello spazio DeFi.

Vantaggi :

  • Aave si è affermata come una delle piattaforme pionieristiche e più affidabili nell'ecosistema DeFi.
  • Offre prestiti a tassi di interesse interessanti e bassi.
  • La piattaforma fornisce accesso a prestiti flash, consentendo agli utenti di sfruttare rapidamente le opportunità di arbitraggio.
  • Aave supporta una varietà di blockchain tra cui Ethereum, Avalanche , Harmony e Arbitrum , ampliandone l'accessibilità e l'utilità.

Sfide :

Per evitare la liquidazione, gli utenti devono essere proattivi nel monitorare e gestire le proprie posizioni di prestito.

L'interfaccia e le funzionalità della piattaforma potrebbero presentare una ripida curva di apprendimento per chi è nuovo nel settore DeFi.

middle

Alchemix

Alchemix si distingue nel panorama della finanza decentralizzata (DeFi) con il suo approccio innovativo al prestito, offrendo un meccanismo di prestito autoriparante. Utilizzando la tua garanzia per ottenere rendimenti attraverso protocolli come Yield, Alchemix utilizza abilmente il reddito generato per ripagare automaticamente il tuo prestito, eliminando la necessità di sforzi di rimborso manuale da parte tua.

Vantaggi :

  • Elimina la necessità per i mutuatari di effettuare rimborsi manuali, semplificando il processo di gestione del prestito.
  • Protegge gli utenti dalle liquidazioni forzate, aggiungendo un livello di sicurezza al tuo investimento.
  • Offre opzioni di personalizzazione sia delle condizioni del prestito che dei meccanismi di generazione del rendimento, consentendo una strategia finanziaria su misura.

Sfide :

  • Comporta il rischio intrinseco associato alle prestazioni dei protocolli di generazione di rendimento che impiega. Qualora una qualsiasi di queste piattaforme esterne dovesse riscontrare problemi, ciò potrebbe avere un impatto diretto sulla capacità di Alchemix di rimborsare i prestiti.
  • Supporta una gamma limitata di criptovalute, il che potrebbe limitare le opzioni per i potenziali utenti che desiderano sfruttare uno spettro più ampio di risorse digitali.

Composto

Compound brilla nello spazio della finanza decentralizzata (DeFi) offrendo un modello di prestito semplice e flessibile sulla blockchain di Ethereum. Questa piattaforma consente agli utenti di prendere in prestito risorse digitali maturando allo stesso tempo interessi sui loro depositi, distinguendosi per l'assenza di requisiti minimi di prestito, rendendola accessibile per un'ampia gamma di esigenze finanziarie.

Vantaggi :

  • Riconosciuto come uno dei progetti più rinomati e affidabili nella comunità DeFi.
  • Fornisce prestiti a tassi di interesse bassi e competitivi, rendendo i prestiti più convenienti.
  • Consente di prendere in prestito senza l'imposizione di requisiti minimi, offrendo agli utenti una flessibilità senza pari.

Sfide :

  • La varietà di risorse supportate è più limitata rispetto ad altre piattaforme DeFi, il che potrebbe limitare le opzioni degli utenti.
  • L'interfaccia e le funzionalità della piattaforma possono essere difficili da navigare per i nuovi arrivati, potenzialmente rendendo più ripida la curva di apprendimento per chi non ha familiarità con la DeFi.

Wirex

Wirex, fondata nel Regno Unito nel 2014, emerge come un attore distintivo nell'arena della finanza digitale, particolarmente nota per la sua indulgente struttura di rimborso dei prestiti. Specializzata in prestiti garantiti da Bitcoin ed Ethereum, Wirex offre un grado di flessibilità raramente visto nel settore, con il suo approccio alle scadenze di rimborso.

Vantaggi :

  • Fornisce un sistema di rimborso flessibile, consentendo ai mutuatari di rimborsare i propri prestiti senza la pressione di scadenze rigorose.
  • Offre assistenza clienti 24 ore su 24, garantendo agli utenti la possibilità di ricevere assistenza quando necessario.
  • Protegge i fondi degli utenti tramite Fireblocks, una piattaforma leader nella custodia di risorse digitali, migliorando la sicurezza e la protezione delle risorse.

Sfide :

  • La gamma di criptovalute accettate come garanzia è relativamente ristretta, limitando le opzioni per i potenziali mutuatari con diversi portafogli di asset digitali.
  • Limita i prestiti alle stablecoin, il che potrebbe vincolare gli utenti alla ricerca di opzioni di prestito più varie.
  • Essendo una piattaforma centralizzata, Wirex introduce un livello di rischio della piattaforma, che è una considerazione per gli utenti che danno priorità alla decentralizzazione e all'autonomia nelle loro transazioni finanziarie.

Binance

Binance è un gigante nel mercato globale delle criptovalute e serve principalmente clienti al di fuori degli Stati Uniti. Essendo uno scambio centralizzato, vanta un'ampia gamma di servizi, tra cui le sue offerte di prestiti in criptovaluta rappresentano un punto culminante significativo. La forza della piattaforma risiede nella sua vasta selezione di asset e termini finanziari competitivi.

Vantaggi :

  • Supporta una vasta gamma di criptovalute, con più di 30 opzioni disponibili da utilizzare come garanzia, offrendo una flessibilità senza precedenti ai mutuatari.
  • Offre tassi di interesse competitivi, rendendolo un'opzione interessante per coloro che cercano di finanziarsi con le proprie risorse digitali.
  • Perfettamente integrato all'interno dell'ecosistema Binance, facilitando un'esperienza utente coesa ed efficiente attraverso vari servizi di criptovaluta.

Sfide :

  • I rischi intrinseci associati alle piattaforme centralizzate, comprese potenziali vulnerabilità ai cambiamenti normativi e alle minacce alla sicurezza.
  • I suoi servizi, comprese le offerte di prestito, non sono accessibili agli utenti negli Stati Uniti, limitandone la disponibilità a un pubblico globale.

Pro e contro dei prestiti crittografici

I prestiti crittografici rappresentano una soluzione finanziaria innovativa, offrendo un ponte tra i sistemi finanziari tradizionali e il fiorente mondo delle criptovalute. Forniscono una serie unica di vantaggi insieme ad alcuni rischi che i mutuatari dovrebbero considerare attentamente.

Vantaggi :

  • Nessun controllo del credito : i prestiti in criptovaluta in genere aggirano il processo convenzionale di controllo del credito, rendendoli accessibili a un pubblico più ampio, indipendentemente dalla storia creditizia.
  • Approvazione e finanziamento rapidi : il processo per i prestiti crittografici è generalmente rapido, garantendo un rapido accesso ai fondi senza i lunghi periodi di attesa associati ai prestiti tradizionali.
  • Conservazione delle partecipazioni in criptovalute : i mutuatari possono sfruttare la propria criptovaluta come garanzia senza la necessità di liquidare i propri asset, consentendo un potenziale apprezzamento del valore.
  • Termini di prestito flessibili : i prestiti in criptovaluta spesso hanno termini variabili, offrendo ai mutuatari soluzioni su misura che si adattano alle loro specifiche situazioni finanziarie.
  • Tassi di interesse competitivi : i tassi di interesse per i prestiti crittografici possono essere più favorevoli rispetto ai prodotti di prestito tradizionali, rendendoli un’opzione economicamente interessante.
  • Utilizzo versatile : i fondi ottenuti dai prestiti crittografici possono essere utilizzati per un'ampia gamma di scopi, offrendo una notevole flessibilità al mutuatario.

Sfide :

  • È richiesta la proprietà della criptovaluta : per qualificarsi per un prestito, i mutuatari devono già possedere la criptovaluta, limitando l'accesso a coloro che hanno già investito nello spazio delle risorse digitali.
  • Adeguamenti LTV : se il valore di mercato della criptovaluta collateralizzata diminuisce, i mutuatari potrebbero dover fornire ulteriore criptovaluta per mantenere il rapporto prestito/valore (LTV) del prestito.
  • Rischio di liquidazione : il mancato pagamento o il mancato pagamento di più pagamenti può comportare la liquidazione delle attività garantite, con conseguenti potenziali perdite.
  • Supervisione ridotta : le piattaforme di prestito di criptovalute generalmente operano con una supervisione normativa inferiore rispetto alle banche tradizionali, il che potrebbe comportare rischi aggiuntivi per i mutuatari.
  • Rischio di perdita : esiste il rischio tangibile di perdere la propria criptovaluta nel caso in cui la piattaforma di prestito incontrasse difficoltà finanziarie o cessasse le operazioni.
  • Restrizioni di accesso : quando la criptovaluta è detenuta come garanzia collaterale da un prestatore di finanza centralizzata (CeFi) , i mutuatari perdono l'accesso ai propri asset per la durata del prestito, limitando la loro capacità di gestire o scambiare le proprie partecipazioni.

Considerati questi fattori, le persone che prendono in considerazione i prestiti in criptovaluta dovrebbero valutare i benefici rispetto ai potenziali rischi, assicurandosi che questo strumento finanziario sia in linea con la loro strategia di investimento e la tolleranza al rischio.

Tipi di prestiti crittografici

I prestiti in criptovaluta si sono evoluti in due categorie principali: finanza centralizzata (CeFi) e finanza decentralizzata (DeFi), ciascuna delle quali offre meccanismi e considerazioni unici per i mutuatari.

Prestiti CeFi

I prestiti CeFi sono facilitati da piattaforme centralizzate, come Binance, dove il processo di prestito è gestito da un’unica entità. In questo accordo, la piattaforma mantiene il controllo sulla tua garanzia, il che significa che detiene le chiavi private delle tue risorse crittografiche. Questa centralizzazione è stata un punto controverso, in particolare a seguito di incidenti in cui i fondi dei clienti sono stati gestiti in modo improprio, portando a perdite finanziarie significative, come evidenziato dai fallimenti di diversi importanti prestatori di criptovalute nel 2022.

Nonostante queste preoccupazioni, le piattaforme CeFi offrono vantaggi, in particolare per i nuovi arrivati nel settore delle criptovalute. Forniscono interfacce intuitive e assistenza clienti, rendendo il processo di prestito più accessibile ai principianti. Tuttavia, i rischi della centralizzazione, inclusa la potenziale cattiva gestione dei fondi, rimangono una considerazione critica per gli utenti che optano per i prestiti CeFi.

Prestiti DeFi

Al contrario, i prestiti DeFi operano su protocolli decentralizzati, come Aave, eliminando la necessità di un’autorità centrale per gestire i prestiti. Questi prestiti utilizzano contratti intelligenti sulla tecnologia blockchain, consentendo agli utenti di prendere prestiti direttamente attraverso il protocollo senza intermediari. I prestiti DeFi vengono generalmente erogati in stablecoin , poiché queste piattaforme non facilitano le transazioni in valuta fiat.

Il prestito DeFi offre trasparenza e autonomia, attirando gli utenti cauti nei confronti della supervisione centralizzata e coloro che apprezzano la privacy e il controllo sulle proprie risorse. La natura decentralizzata di questi prestiti mitiga il rischio di cattiva gestione da parte di un’autorità centrale, fornendo un livello di sicurezza e fiducia ai mutuatari.

In sintesi, la scelta tra prestiti CeFi e DeFi dipende dalle preferenze del mutuatario in termini di comodità, tolleranza al rischio e controllo sui propri asset. Mentre i prestiti CeFi offrono facilità d’uso e supporto per i principianti, i prestiti DeFi si rivolgono a coloro che cercano autonomia e trasparenza, e ogni tipologia presenta la propria serie di vantaggi e considerazioni.

Quali sono i rischi connessi ai prestiti crittografici?

Comprendere i rischi associati ai prestiti crittografici è essenziale per chiunque stia pensando di sfruttare le proprie risorse digitali per ottenere prestiti. A differenza degli asset finanziari tradizionali, le criptovalute non sono assicurate da istituzioni come la Federal Deposit Insurance Corporation (FDIC), il che significa che non esiste alcuna protezione federale in caso di crollo di un exchange. I rischi dei prestiti crittografici possono essere classificati in diverse aree chiave:

  • Rischi tecnici

Il settore delle criptovalute è suscettibile a problemi tecnici o violazioni, con il rischio di errori di protocollo o incidenti di hacking. Questo rischio è particolarmente pronunciato nelle piattaforme DeFi (finanza decentralizzata), dove i prestiti sono gestiti algoritmicamente senza supervisione di custodia, rendendoli più vulnerabili alle vulnerabilità tecniche.

  • Rischi di controparte

A differenza delle banche tradizionali, a cui la FDIC ha affidato il compito di mantenere specifici livelli di liquidità, le piattaforme di prestito crittografico non hanno tali obblighi normativi. Questa mancanza di regolamentazione può portare a problemi di liquidità se il mercato subisce una flessione, un numero significativo di mutuatari va in default o la piattaforma stessa viene compromessa o sfruttata.

  • Volatilità del mercato e liquidazioni forzate

La volatilità intrinseca delle criptovalute presenta il rischio di improvvise diminuzioni del valore della garanzia. Per mitigare i rischi di liquidità durante le recessioni del mercato, le piattaforme possono emettere richieste di margine o forzare liquidazioni. Se il valore della garanzia scende al di sotto di una determinata soglia, i mutuatari potrebbero dover aggiungere ulteriori garanzie o affrontare la liquidazione, con conseguenti plusvalenze o perdite in conto capitale e commissioni aggiuntive.

  • Vulnerabilità dei contratti intelligenti

Le piattaforme DeFi operano con contratti intelligenti che, se difettosi, possono essere suscettibili di sfruttamento. Contratti codificati in modo errato o vulnerabilità impreviste possono portare alla perdita della garanzia del mutuatario, sottolineando l'importanza di un controllo approfondito della piattaforma.

  • Rischi della piattaforma

Le piattaforme centralizzate di prestito crittografico sono soggette a rischi tra cui attacchi hacker, cattiva gestione e sfide normative. Il fallimento di piattaforme come BlockFi evidenzia il potenziale pericolo finanziario per gli utenti, sottolineando l’importanza di selezionare piattaforme con solide pratiche di sicurezza e gestione.

  • Assenza di protezione FDIC

La mancanza di un'assicurazione FDIC per le criptovalute significa che, in caso di fallimento di una piattaforma, gli utenti potrebbero perdere l'accesso ai propri fondi senza alcuna possibilità di recupero, in netto contrasto con le protezioni offerte ai depositanti bancari tradizionali.

In sintesi, sebbene i prestiti crittografici offrano opportunità finanziarie innovative, comportano una serie di rischi che richiedono un’attenta considerazione. I mutuatari dovrebbero condurre la dovuta diligenza, comprendere la complessità dei contratti di prestito ed essere preparati alla volatilità e alle incertezze normative inerenti al mercato delle criptovalute.

Prestiti crittografici senza garanzie

Il concetto di prestiti crittografici senza garanzie rappresenta un segmento nascente ma in rapida evoluzione all’interno dell’ecosistema DeFi (finanza decentralizzata). Piattaforme come Aave, dYdX e Uniswap sono state pioniere nell'uso di prestiti flash non collateralizzati, un nuovo strumento finanziario che consente agli utenti di prendere in prestito criptovaluta per brevi periodi, in genere per eseguire transazioni immediate.

I prestiti flash funzionano secondo il principio del prestito e del rimborso in un lasso di tempo molto breve, spesso pochi secondi, facilitato da contratti intelligenti che stabiliscono i termini e le condizioni del prestito. Questi prestiti sono progettati in modo tale che se il mutuatario non può rimborsare entro il periodo stabilito o non riesce a soddisfare le condizioni del contratto, la transazione viene automaticamente annullata e i fondi presi in prestito tornano al creditore.

Principalmente, i prestiti flash vengono utilizzati per opportunità di arbitraggio, consentendo ai trader di trarre vantaggio da piccole discrepanze di prezzo tra diversi mercati. L’attrattiva dei prestiti flash è evidente nella loro capacità di trasformare anche variazioni minime di prezzo, come l’1%, in profitti significativi, dato un importo del prestito sufficientemente ampio. Aave, ad esempio, gestisce quotidianamente l’emissione di prestiti flash per milioni di dollari.

Tuttavia, il fascino dei prestiti crittografici senza garanzie comporta rischi maggiori, in particolare derivanti da schemi fraudolenti e dalla volatilità intrinseca del mercato delle criptovalute. I potenziali mutuatari sono invitati a procedere con cautela, conducendo ricerche approfondite e due diligence prima di partecipare a queste attività finanziarie. L'adagio "se sembra troppo bello per essere vero, probabilmente lo è" riveste particolare rilevanza nel contesto dei prestiti crittografici senza garanzie, dove l'assenza di garanzie amplifica la posta in gioco finanziaria sia per i finanziatori che per i mutuatari.

Come vengono tassati i prestiti in criptovaluta?

Per affrontare le implicazioni fiscali dei prestiti crittografici è necessario comprendere le molteplici sfumature delle normative che regolano queste transazioni. Sebbene i prestiti di per sé non siano generalmente tassati, alcune attività associate ai prestiti crittografici possono innescare eventi fiscali.

Ottenere un prestito DeFi

Nel regno DeFi, per ottenere un prestito può essere necessario scambiare un tipo di criptovaluta con un altro. Ad esempio, piattaforme come Ethereum o Compound potrebbero richiedere lo scambio di ETH con cETH come parte del processo di prestito. Tali scambi sono essenzialmente scambi cripto-cripto, che potrebbero essere soggetti all’imposta sulle plusvalenze. Ciò significa che se c'è una differenza di valore da quando hai acquisito la criptovaluta originale a quando viene scambiata, questa modifica potrebbe essere tassabile.

Eventi di liquidazione forzata

Qualora la garanzia subisca una liquidazione forzata, l'evento viene considerato ai fini fiscali in base alla fluttuazione del prezzo della garanzia dal momento in cui è stata acquisita a quando è stata liquidata. Indipendentemente dal fatto che tu riceva direttamente i proventi della liquidazione, potresti riscontrare una plusvalenza o una perdita di capitale, che incidono sui tuoi obblighi fiscali.

Detrazione degli interessi crittografici

Per coloro che sfruttano i propri prestiti crittografici per scopi commerciali o di investimento, gli interessi pagati su questi prestiti potrebbero essere deducibili al momento della dichiarazione dei redditi. Questa eventuale detrazione, però, non si estende ai prestiti utilizzati per spese personali. La deducibilità dipende dalla dimostrazione dell’utilizzo dei proventi del prestito per investimenti o attività commerciali qualificanti, in linea con le normative fiscali.

È fondamentale che i mutuatari tengano registri dettagliati di tutte le transazioni relative ai loro prestiti in criptovalute, compreso lo scopo del prestito, lo scambio di criptovalute ed eventuali casi di liquidazione forzata. Data la complessità e la natura in evoluzione delle leggi fiscali relative alle criptovalute, è consigliabile consultare un professionista fiscale esperto in transazioni crittografiche per garantire la conformità e ottimizzare i risultati fiscali.

bottom

Ti ricordiamo che Plisio ti offre anche:

Crea fatture crittografiche in 2 clic and Accetta donazioni in criptovalute

12 integrazioni

6 librerie per i linguaggi di programmazione più diffusi

19 criptovalute e 12 blockchain

Ready to Get Started?

Create an account and start accepting payments – no contracts or KYC required. Or, contact us to design a custom package for your business.

Make first step

Always know what you pay

Integrated per-transaction pricing with no hidden fees

Start your integration

Set up Plisio swiftly in just 10 minutes.