Osmosis (OSMO): un DEX che offre AMM personalizzabili

Osmosis (OSMO): un DEX che offre AMM personalizzabili

Il market maker automatizzato (AMM) di Osmosis offre agli utenti l'opportunità unica di creare nuovi pool di liquidità, che sono governati e decisi attraverso il voto dei partecipanti. Utilizzando il token Osmosis (OSMO), gli utenti possono impegnarsi nel voto, nello staking e nell'aggiunta di liquidità tra vari pool all'interno della piattaforma. Una caratteristica distintiva del protocollo Osmosis è il suo meccanismo di picchettamento superfluido. Questo processo innovativo consente agli utenti di mettere in gioco asset per garantire la sicurezza della rete e contemporaneamente contribuire con tali asset a un pool di liquidità, migliorando la flessibilità e l'efficienza dell'utilizzo degli asset.

Per aggiungere informazioni rilevanti, è importante notare che la piattaforma Osmosis è progettata per promuovere un ecosistema di finanza decentralizzata (DeFi) che dia priorità all'autonomia e all'innovazione degli utenti. Consentendo la creazione di pool di liquidità personalizzabili, Osmosis sta affrontando una limitazione comune nelle AMM tradizionali: la rigidità dei parametri di liquidità predefiniti. Questa flessibilità non solo incoraggia un panorama DeFi più dinamico, ma attira anche una vasta gamma di partecipanti, dai singoli investitori agli attori istituzionali, che cercano di ottimizzare le proprie strategie in un ambiente decentralizzato.

Inoltre, l’introduzione dello staking superfluido su Osmosis segna un’evoluzione significativa nel modo in cui i protocolli DeFi possono proteggere le loro reti migliorando al tempo stesso la liquidità. Questa doppia funzionalità non solo rafforza la sicurezza della rete attraverso un diffuso asset staking, ma aumenta anche la liquidità nei pool della piattaforma, portando potenzialmente a mercati più stabili ed efficienti. Mentre il settore DeFi continua ad evolversi, innovazioni come quelle introdotte da Osmosis sono fondamentali per affrontare le complessità della fornitura di liquidità e della sicurezza della rete, aprendo la strada a un ecosistema finanziario più inclusivo e flessibile.

Cos'è la crittografia ad osmosi?

Il protocollo Osmosis emerge come pionieristico market maker automatizzato (AMM) e scambio decentralizzato (DEX) sulla blockchain di Cosmos, rivoluzionando il modo in cui vengono scambiate le risorse digitali. Fondamentalmente, gli AMM sono fornitori automatizzati di liquidità che utilizzano contratti intelligenti per fissare i prezzi per le coppie di asset, garantendo così liquidità per transazioni peer-to-peer senza interruzioni.

Osmosis si distingue sfruttando questo concetto di AMM per facilitare un protocollo DEX, in cui i contratti intelligenti sono determinanti nella determinazione del prezzo delle risorse digitali. Ciò favorisce la liquidità attraverso una metodologia peer-to-peer, consentendo scambi diretti tra gli utenti. L’innovazione sta nel suo approccio ai pool di liquidità come spina dorsale dell’exchange, dove i token che contribuiscono migliorano la liquidità decentralizzata, essenziale per l’esecuzione delle operazioni. I partecipanti che forniscono liquidità, noti come fornitori di liquidità (LP) , vengono ricompensati con commissioni di negoziazione e token LP di nuova emissione, incentivando la loro partecipazione.

Caratteristiche dell'osmosi

Osmosis è essenzialmente un sistema blockchain che utilizza un metodo proof-of-stake, dotato di un'app di scambio decentralizzata, realizzata appositamente per blockchain che funzionano con IBC (Inter-Blockchain Communication).

Compatibile con la catena incrociata

Fin dall'inizio, Osmosis è stata costruita per funzionare facilmente con altre blockchain, rendendola una parte naturale della famiglia di progetti Cosmos, tutti progettati per essere compatibili con IBC da zero.

C'è un piano per Osmosis di espandere la sua portata per includere blockchain che non sono pronti per IBC, come quelli basati sui token ERC20 di Ethereum (usando qualcosa chiamato ponte gravitazionale Althea), catene simili a Bitcoin e altre piattaforme per contratti intelligenti attraverso speciali connessioni.

Autogoverno e lavorare insieme per ottenere ricompense

Per le persone nella comunità Cosmos, essere in grado di governarsi è molto importante. L'osmosi trae la sua capacità di autogovernarsi dalla sua progettazione e dall'autogoverno combinato di coloro che forniscono liquidità: ogni fornitore di liquidità è incoraggiato a mantenere la propria indipendenza fornendo allo stesso tempo liquidità attraverso vari incentivi.

Ciò che distingue Osmosis nell’ecosistema Cosmos (e tra gli altri scambi decentralizzati) è il modo in cui riunisce coloro che forniscono liquidità, membri delle DAO (organizzazioni autonome decentralizzate) e delegati offrendo vari premi. Ad esempio, coloro che mettono in gioco la propria liquidità hanno il controllo sui propri pool e possono modificare le impostazioni in base alle richieste del mercato e alla concorrenza con altri pool. In Osmosis, nulla è scolpito nella pietra: i fornitori possono votare qualsiasi modifica nelle impostazioni del pool, come commissioni di transazione, valori dei token, offerte di premi e persino le formule utilizzate per calcolare gli scambi.

I pool di liquidità in Osmosis possono governarsi da soli e sono completamente personalizzabili attraverso il loro sistema di governance.

Questa capacità di personalizzazione incoraggia la diversità e la competizione, con l’obiettivo di creare un ambiente maturo per rapidi cambiamenti e prove. A differenza della maggior parte degli scambi decentralizzati che utilizzano formule fisse, Osmosis consente l'impostazione flessibile di commissioni di transazione, pool con token multipli e formule personalizzate per il market making automatizzato. In teoria, ciò potrebbe portare al crowdfunding decentralizzato, a un mercato di opzioni e persino allo staking incrociato.

Puntata superfluida

Nel tradizionale mondo della finanza decentralizzata (DeFi), coloro che detengono token devono decidere tra guadagnare dallo staking (che supporta il protocollo) e guadagnare dalla fornitura di liquidità (che stabilizza il market maker automatizzato).

Osmosis ha introdotto una funzionalità innovativa chiamata Superfluid Staking. Ciò consente al token di governance di Osmosis, OSMO, di essere utilizzato sia per lo staking che per fornire liquidità allo stesso tempo, massimizzando i premi senza dover scendere a compromessi sulla sicurezza della rete o sulla liquidità.

Quindi, in Osmosis, una persona che fornisce liquidità o staking può guadagnare da entrambe le attività, a differenza di altre piattaforme in cui i possessori di token devono scegliere l’una piuttosto che l’altra.

Ad esempio, se qualcuno partecipa a un pool OSMO-AKT, riceverà token LP da quel pool, che potrà quindi mettere in staking per supportare entrambe le reti Osmosis e Akash. In questo modo, guadagneranno sia dai premi del pool di liquidità che dai premi dello staking.

In che modo Osmosis è diverso dagli altri DEX?

Sebbene il mercato presenti già diversi importanti scambi decentralizzati (DEX) che utilizzano market maker automatizzati (AMM), come Uniswap e Curve , Osmosis si distingue per alcuni motivi chiave.

Osmosis offre ai suoi utenti un maggiore livello di controllo sulle loro iniziative di finanza decentralizzata (DeFi) consentendo la creazione e la personalizzazione di pool di liquidità, insieme all'implementazione di AMM su misura.

Questa personalizzazione significa che ogni pool di liquidità su Osmosis opera quasi come un’organizzazione autonoma decentralizzata (DAO) indipendente, con i fornitori di liquidità che stabiliscono le proprie regole di governance. Questa flessibilità consente un rapido adattamento ai cambiamenti del mercato. Inoltre, la capacità di personalizzare le strutture tariffarie, tenendo conto di vari fattori tra cui la volatilità del mercato, offre un approccio più sfumato rispetto alla semplice considerazione della scarsità di una coppia di token.

Osmosis è progettato utilizzando Cosmos SDK, un versatile toolkit open source per lo sviluppo di blockchain e applicazioni decentralizzate all'interno dell'ecosistema Cosmos. Questa base consente a Osmosis di interagire perfettamente con altre blockchain nella rete Cosmos attraverso il protocollo Inter-Blockchain Communication (IBC). Inoltre, ci sono piani per colmare Osmosis con blockchain non IBC, come Ethereum e Bitcoin, espandendo ulteriormente la sua interoperabilità.

Nonostante il suo lancio relativamente recente nel luglio 2021, Osmosis ha rapidamente catturato l'interesse del mercato, con la sua capitalizzazione di mercato delle monete che ha raggiunto i 347 milioni di dollari, riflettendo la crescente domanda e la fiducia nelle sue offerte uniche nello spazio DeFi.

Cos'è $OSMO, il token di governance dell'osmosi

OSMO, il token nativo del protocollo Osmosis, svolge un ruolo cruciale nell'ecosistema, alimentando tutto, dall'allocazione dei premi per l'estrazione di liquidità all'impostazione delle commissioni di swap di rete di base. Come token di governance, OSMO consente ai suoi titolari di modellare la direzione strategica del progetto votando sugli aggiornamenti del protocollo, decidendo i premi di estrazione di liquidità per determinati pool e fissando commissioni di swap.

Una delle caratteristiche distintive di OSMO è che consente ai possessori di token di determinare quali pool di liquidità ricevono premi, allineando così gli interessi delle parti interessate e dei fornitori di liquidità (LP) con il successo a lungo termine del protocollo. In modo univoco, OSMO consente anche lo staking e la fornitura simultanea di liquidità.

La tokenomics di OSMO è progettata con una struttura chiara:

  • Alla genesi è stata stabilita una fornitura iniziale di 100 milioni di OSMO, divisa tra destinatari Fairdrop e una riserva strategica.
  • Osmosis introduce nuovi token attraverso epoche giornaliere, distribuendoli come segue: 25% per i premi di staking, 25% per il vesting degli sviluppatori, 45% per incentivi per l'estrazione di liquidità e 5% per il pool comunitario.
  • L’offerta iniziale di token era fissata a 100 milioni di OSMO, con un’inflazione totale prevista del 76%, diminuendo di un terzo ogni anno fino a raggiungere un limite di 1 miliardo di OSMO.
  • L'offerta attuale ammonta a 186 milioni di OSMO.
  • L'inflazione segue un modello di "terzaizzazione", in cui l'emissione di token si riduce di un terzo all'anno, iniziando con 300 milioni di OSMO nel primo anno, poi 200 milioni nel secondo e 133 milioni nel terzo, continuando fino a quando l'offerta totale raggiunge 1 miliardo di OSMO. .

La moneta OSMO, parte integrante della governance, delle commissioni di swap e dei premi dei fornitori di liquidità all'interno del protocollo Osmosis, ha una fornitura massima di 1 miliardo di token. Al momento del lancio sono stati rilasciati 100 milioni di token, aderendo a un modello inflazionistico in cui l'emissione diminuisce ogni anno attraverso un processo di "terzo".

Il futuro dell'osmosi

Il futuro di Osmosis sembra essere una miscela di innovazione e sviluppo strategico, con il market maker automatizzato di Osmosis (AMM) che rimane al centro degli sforzi del team. Nonostante il fascino della capitalizzazione di mercato e il prezzo fluttuante del token OSMO, l’obiettivo principale è il miglioramento e l’espansione delle capacità dell’AMM.

AMM di scambio stabile

Un notevole progresso all’orizzonte è l’AMM Stableswap, progettato per ottimizzare le esperienze di swap in pool di liquidità contenenti asset di identico valore. Questa funzionalità è in fase di completamento e promette di perfezionare ulteriormente l’efficienza del commercio all’interno dell’ecosistema Osmosis.

Consapevolezza della volatilità

Un altro miglioramento significativo è l’introduzione nella rete della consapevolezza della volatilità. Questa funzionalità consentirà ai pool di liquidità di agire come market maker più abili ritirando automaticamente la liquidità in periodi di elevata volatilità. Grazie alle commissioni di transazione intrinsecamente basse di Osmosis, la gestione delle posizioni diventa più conveniente, rendendo questa funzionalità particolarmente fattibile e attraente su questa piattaforma rispetto ad altre.

Autonomia

Lo sviluppo di Autonomy come strumento all’interno dell’ecosistema Osmosis sottolinea l’impegno a facilitare l’esecuzione condizionale on-chain. Questa funzionalità è fondamentale per l'esecuzione di ordini di trading avanzati, come gli ordini limite e stop, indispensabili nei moderni scambi decentralizzati (DEX).

Ponti

L'espansione di Osmosis è ulteriormente supportata da collaborazioni con vari team, sia all'interno che all'esterno del suo ecosistema immediato. Particolarmente degna di nota è l'iniziativa per la costruzione di ponti. Questi ponti mirano a consentire la perfetta integrazione delle valute attraverso le reti, con piani per introdurre asset da reti come Solana e Bitcoin. Inoltre, esiste un'iniziativa per creare un token USDC nativo all'interno dell'ecosistema Osmosis.

Tali sforzi di integrazione tra reti saranno integrati da significativi miglioramenti dell’esperienza utente (UX). L'obiettivo generale è creare un'interfaccia fluida su Osmosis, consentendo agli utenti di scambiare e collegare risorse senza la necessità di accedere a piattaforme esterne. Questi sviluppi segnalano l'impegno di Osmosis non solo nel migliorare la propria infrastruttura tecnica, ma anche nel garantire un ambiente commerciale inclusivo e di facile utilizzo.

Ti ricordiamo che Plisio ti offre anche:

Crea fatture crittografiche in 2 clic and Accetta donazioni in criptovalute

12 integrazioni

6 librerie per i linguaggi di programmazione più diffusi

19 criptovalute e 12 blockchain