Indirizzi di portafogli crittografici: come crearli e utilizzarli

Indirizzi di portafogli crittografici: come crearli e utilizzarli

Con l'avvento della tecnologia delle criptovalute e l'espansione del mondo del trading di criptovalute, c'è stata un'impennata della necessità di archiviare in modo sicuro le risorse digitali e facilitare le transazioni. Per rispondere a questa esigenza, sono stati introdotti i portafogli digitali crittografici. Questi portafogli non fungono da deposito per la criptovaluta stessa, ma come detentori di indirizzi univoci specifici per ciascuna moneta. È un malinteso comune che le criptovalute siano archiviate in questi portafogli, ma in realtà la criptovaluta esiste sulla blockchain e il portafoglio fornisce semplicemente l'accesso ad essa.

I portafogli crittografici, vitali per la gestione delle partecipazioni blockchain, possono essere dispositivi fisici o basati su software. Al centro di questi portafogli c’è l’indirizzo del portafoglio crittografico, una stringa alfanumerica che identifica in modo univoco il portafoglio sulla rete blockchain. Proprio come un indirizzo email, questo indirizzo di portafoglio viene utilizzato per inviare e ricevere criptovaluta. Può essere condiviso in modo sicuro con altri che intendono trasferirti criptovaluta e funge da identificatore del mittente quando effettui una transazione di criptovaluta.

blog top

Cos'è un portafoglio crittografico?

I portafogli di criptovaluta sono strumenti digitali che forniscono una gamma di servizi per la gestione delle valute digitali. Questi portafogli non solo facilitano l’acquisto e la vendita di criptovalute, ma consentono anche agli utenti di impegnarsi in operazioni di scambio ed effettuare pagamenti per vari beni e servizi. Il mercato è pieno di una varietà di opzioni di portafogli crittografici, offerti sia da emittenti di valuta digitale che da fornitori terzi specializzati, esperti nella gestione di diverse criptovalute. Questi portafogli contengono le chiavi crittografiche pubbliche e private dei loro proprietari, consentendo loro di interagire con criptovalute come Bitcoin, Doge , Bitcoin Cash e altre.

Nel campo dello storage crittografico, le opzioni disponibili oggi possono essere sostanzialmente classificate in due tipi: portafogli freddi e caldi . Gli hot wallet, connessi a Internet, memorizzano le chiavi private all’interno di applicazioni online, fornendo così accesso immediato alle criptovalute. D’altro canto, i cold wallet memorizzano queste chiavi offline, garantendo che rimangano disconnesse da Internet. Questa distinzione è cruciale nel settore delle criptovalute, poiché molti considerano gli hot wallet meno sicuri a causa della loro connettività online. Questi portafogli conservano chiavi e codici privati su server collegati a Internet, rendendoli vulnerabili ad attacchi informatici, hacking e altre attività dannose. Al contrario, i portafogli freddi sono spesso considerati più sicuri poiché operano offline, mantenendo le transazioni e le risorse lontano dalla portata dei truffatori online, offrendo così una maggiore protezione per le risorse degli investitori.

Cos'è un indirizzo crittografico?

A ogni portafoglio crittografico, sia che contenga Bitcoin o Altcoin, viene assegnato un indirizzo distintivo. Questo indirizzo, composto da un mix di lettere maiuscole e minuscole insieme a numeri, funge da identificatore univoco per la posizione della criptovaluta all'interno della rispettiva blockchain. Questo identificatore è fondamentale per condurre qualsiasi operazione finanziaria con la criptovaluta, inclusi depositi, prelievi e trasferimenti. La lunghezza di questo indirizzo varia a seconda della criptovaluta, in genere varia da 27 a 40 caratteri. Ad esempio, gli indirizzi dei portafogli Bitcoin sono solitamente costituiti da 26 a 35 caratteri alfanumerici.

La creazione di un indirizzo Bitcoin prevede diversi passaggi. Inizialmente, una chiave privata viene generata casualmente nel tuo portafoglio. Questa chiave privata è la base per calcolare la chiave pubblica del portafoglio attraverso un processo chiamato hashing. Successivamente, l'indirizzo crittografico viene formato dalla chiave pubblica attraverso una serie di trasformazioni.

Con ogni nuova transazione finanziaria viene generato un nuovo codice pubblico. Questa pratica è progettata per migliorare la sicurezza delle risorse crittografiche. È importante sottolineare che le chiavi utilizzate in precedenza vengono archiviate nell'archivio dell'utente e rimangono attive. Ciò significa che se i fondi vengono inviati a un indirizzo più vecchio, verranno comunque accreditati sul saldo del destinatario. C'è anche un'opzione per interrompere la generazione di nuovi indirizzi. Tuttavia, optare per questa soluzione significa che terze parti potrebbero potenzialmente tracciare tutta la cronologia delle transazioni finanziarie legate a una chiave pubblica permanente e immutabile.

Portafoglio crittografico e indirizzo crittografico

Sebbene un portafoglio di criptovaluta e un indirizzo crittografico siano entrambi componenti fondamentali nell'esecuzione di transazioni con risorse digitali, è importante riconoscere le nette differenze tra loro.

Un malinteso comune è la convinzione che le risorse crittografiche siano fisicamente archiviate in un portafoglio di criptovaluta. In realtà, un portafoglio crittografico funge da hub per generare nuovi indirizzi per ciascuna risorsa digitale. Queste transazioni possono avvenire all’interno della stessa blockchain o su blockchain diverse. Un’analogia appropriata è paragonare un portafoglio crittografico a una tastiera, con gli indirizzi multipli che genera per ciascuna moneta che agiscono come tasti diversi sulla tastiera. Pertanto, un singolo portafoglio crittografico può garantire a un investitore l’accesso a una moltitudine di indirizzi crittografici, ciascuno corrispondente a una specifica moneta crittografica all’interno del portafoglio.

È anche fondamentale notare che non tutti i portafogli di criptovaluta contengono chiavi private. Esistono alcuni tipi di portafogli, come i portafogli specifici per monete, che vengono utilizzati principalmente per controllare i saldi e confermare le transazioni senza contenere una chiave privata. Di conseguenza, questi portafogli non consentono la firma di transazioni o l’invio di monete. Inoltre, ci sono portafogli di scambio e alcuni portafogli online in cui le chiavi private non sono sotto il controllo dell'utente ma sono gestite dalle entità che gestiscono gli scambi. Questa distinzione evidenzia la natura variegata dei portafogli di criptovaluta e le loro diverse funzionalità nel campo della gestione delle risorse digitali.

middle

Come funziona l'indirizzo di un portafoglio

Comprendere le funzionalità dei portafogli crittografici e gli indirizzi dei portafogli può semplificare notevolmente il tuo viaggio nel mondo delle criptovalute. Un portafoglio crittografico, che si tratti di un componente software o hardware, in realtà non memorizza i tuoi fondi digitali. Invece, il suo ruolo principale è quello di salvaguardare le tue chiavi private e facilitare le tue interazioni con i fondi sulla blockchain, proprio come utilizzeresti un portafoglio tradizionale per interagire con il denaro fisico.

Ogni portafoglio crittografico viene fornito con un identificatore univoco noto come indirizzo. Questo indirizzo, una stringa di testo, funziona in modo simile a un indirizzo email ma viene generato in modo casuale. Viene utilizzato per inviare o ricevere fondi sulla blockchain. Forniresti questo indirizzo di portafoglio a chiunque desideri trasferirti criptovalute e apparirà anche come indirizzo del mittente quando avvii una transazione.

Ad esempio, se desideri ricevere Bitcoin nel tuo portafoglio blockchain, condivideresti l'indirizzo del tuo portafoglio invece della chiave pubblica, poiché è più facile da usare e comune. Il portafoglio crea questo indirizzo eseguendo l'hashing della sua chiave pubblica per la criptovaluta specifica, come Bitcoin. Questo indirizzo non viene utilizzato solo per ricevere fondi ma anche per inviare criptovalute. Ad esempio, puoi trasferire Bitcoin da uno scambio di criptovalute al tuo portafoglio. È importante notare che mentre alcune criptovalute come Bitcoin generano un nuovo indirizzo per ogni transazione, altre come Ethereum utilizzano un indirizzo statico.

Quando invii criptovalute a qualcun altro, dovrai inserire l'indirizzo del suo portafoglio nell'applicazione del portafoglio. Questo può essere fatto copiando e incollando l'indirizzo o scansionando un codice QR. Dato che gli indirizzi dei portafogli possono contenere fino a 40 caratteri alfanumerici, è essenziale inserirli con attenzione per garantirne la precisione. Dopo aver inserito l'indirizzo del destinatario e avviato la transazione, gestisci e sposti in modo efficace le tue risorse digitali all'interno della rete blockchain.

Diversi tipi di portafogli e indirizzi

La crescente popolarità delle criptovalute ha stimolato lo sviluppo di varie soluzioni, creando un ecosistema dinamico per la gestione delle risorse crittografiche. Tra questi, i portafogli crittografici si distinguono come innovazione rivoluzionaria, ridefinendo il modo in cui interagiamo con le valute digitali.

Nel mondo delle criptovalute, i portafogli sono principalmente classificati in due tipologie: caldi e freddi . Gli hot wallet sono connessi a Internet e includono sottotipi come portafogli software, online (web), desktop e mobili. I portafogli freddi, d’altra parte, sono offline e spesso si presentano sotto forma di portafogli hardware. Ciascun tipo offre vantaggi distinti in termini di accessibilità e sicurezza.

Oltre alla diversità dei tipi di portafoglio, esistono anche diversi tipi di indirizzi crittografici, ciascuno con caratteristiche uniche. Concentrandosi su Bitcoin , troviamo quattro principali categorie di indirizzi:

  • Indirizzo Segwit o Bech32 (P2WPKH) : questi indirizzi, che iniziano con "bc1", sono progettati per ridurre la dimensione dei blocchi blockchain, migliorando così la velocità delle transazioni. Segwit, in particolare il formato Bech32, è riconosciuto per le sue basse commissioni di transazione e la rapida elaborazione. Tuttavia, la sua compatibilità è limitata poiché non tutti i portafogli e i sistemi lo supportano.
  • Indirizzo Legacy o P2PKH : come il formato originale dell'indirizzo Bitcoin, questi indirizzi iniziano con un "1" e contengono da 26 a 36 caratteri. Le transazioni dagli indirizzi P2PKH in genere comportano commissioni più elevate rispetto agli indirizzi Segwit a causa delle loro dimensioni maggiori.
  • Compatibilità o indirizzo P2SH : iniziando con un “3”, questi indirizzi offrono funzionalità più complesse rispetto ai loro predecessori. Gli indirizzi P2SH riducono la commissione media di transazione rispetto agli indirizzi P2PKH e richiedono uno script specifico per la spesa in BTC, migliorando la sicurezza.
  • Indirizzo Taproot o BC1P : emersi dall'ultimo importante aggiornamento della rete Bitcoin, gli indirizzi Taproot vantano le tariffe più basse tra i formati. Tuttavia, la loro adozione è ancora in crescita, poiché attualmente solo un numero limitato di portafogli supporta questo formato.

È fondamentale che gli utenti comprendano le sfumature di questi tipi di portafoglio e formati di indirizzo, poiché influiscono direttamente sulle commissioni di transazione, sulla velocità e sull'esperienza utente complessiva nell'ecosistema crittografico. Con la continua evoluzione delle tecnologie delle criptovalute, rimanere informati su questi sviluppi è fondamentale per una gestione efficiente e sicura delle risorse digitali.

Esempi di indirizzi di portafoglio

Gli indirizzi dei portafogli nel mondo delle criptovalute variano in base alla valuta digitale specifica utilizzata. Sebbene la maggior parte dei portafogli blockchain siano sufficientemente versatili da gestire più criptovalute, ciascuna valuta richiede il proprio formato di indirizzo univoco. Per fornire un quadro più chiaro, esploriamo i formati degli indirizzi di alcune criptovalute popolari, insieme ad ulteriori esempi.

  • Bitcoin (BTC) : gli indirizzi dei portafogli Bitcoin vanno da 26 a 35 caratteri, compresi lettere e numeri. In genere iniziano con "1", "3" o "bc1". Ad esempio, un indirizzo Bitcoin di esempio potrebbe essere simile a: 1Lbcfr7sAHTD9CgdQo3HTMTkV8LK4ZnX71.
  • Ethereum (ETH) : gli indirizzi Ethereum sono stringhe esadecimali lunghe 42 caratteri. Derivano dagli ultimi 20 byte della chiave pubblica del portafoglio e hanno il prefisso "0x". Un tipico indirizzo Ethereum è: 0x1ABC7154748D1CE5144478CDEB574AE244B939B5.
  • Stellar (XLM) : la rete Stellar utilizza due tipi di indirizzi. L'indirizzo standard rispecchia la chiave pubblica del portafoglio, composta da 56 caratteri e inizia con una "G". Ad esempio: GBH4TZYZ4IRCPO44CBOLFUHULU2WGALXTAVESQA6432MBJMABBB4GIYI. Inoltre, il protocollo federativo di Stellar consente la creazione di indirizzi federati, simili a un formato email come "nomeutentedominio".
  • Ripple (XRP) : gli indirizzi Ripple sono simili a quelli di Bitcoin ma di solito iniziano con una "r". Anche questi indirizzi sono alfanumerici e hanno una lunghezza variabile. Un esempio di indirizzo Ripple è: rDsbeomae4FXwgQTJp9Rs64Qg9vDiTCdBv.
  • Litecoin (LTC) : gli indirizzi Litecoin spesso iniziano con una "L" o una "M" rispettivamente per gli indirizzi legacy e SegWit. Sono simili nella struttura agli indirizzi Bitcoin. Un esempio è: LcHKx4Tt8dS9iM4NLp9oEo2rALr4avzs4T.
  • Monero (XMR) : gli indirizzi Monero sono piuttosto lunghi, composti da 95 caratteri. Questi indirizzi iniziano sempre con un “4”. Ad esempio: 41mizuh9GrtDDMmU9G5PkXmX1w8C7WbXwh4BR52j2d9PVL4Lhe4fgoKjbYnYpCULhoJcbn5h8mA6EvYzgj7bDkLx1bHqRoD.
  • Tron (TRX) : gli indirizzi Tron sono distinti nella loro struttura, in genere iniziano con una "T" e comprendono 34 caratteri. Questi indirizzi sono alfanumerici e progettati appositamente per la rete Tron. Un esempio di indirizzo Tron è: TJZJrYsJ4R4UP3G2s8s2kFJUJGxYtft3kq.
  • Dash (DASH) : Dash, noto per la sua attenzione alla privacy e alle transazioni veloci, utilizza indirizzi simili al formato Bitcoin. Questi indirizzi solitamente iniziano con una “X” e sono costituiti da caratteri alfanumerici. Un esempio di indirizzo Dash è: XcYc4peia5xqh2JHzMeVFWEBMSmN34whmF.
  • Zcash (ZEC) : Zcash è progettato per una maggiore privacy, offrendo due tipi di indirizzi: trasparenti (indirizzi t) e privati (indirizzi z). Gli indirizzi trasparenti assomigliano agli indirizzi Bitcoin, che iniziano con una “t”, mentre gli indirizzi privati iniziano con una “z”. Un esempio di indirizzo t Zcash è: t1dZDDPLz8TxjVn23fF8S7sTdjqmzYjYzGB.
  • Solana (SOL) : gli indirizzi di Solana sono generalmente lunghi 44 caratteri e sono alfanumerici. Sono esclusivi della rete Solana, nota per la sua elevata produttività e scalabilità. Un esempio di indirizzo Solana è: Bf4e9RQZpv2GXFJ5J8r4z7oEjJ5Y9QVAPFZpTd1iJUou.
  • Polkadot (DOT) : Polkadot utilizza un formato di indirizzo multicarattere che può variare in lunghezza. Questi indirizzi sono specifici della rete Polkadot, che consente a varie blockchain di interoperare. Un esempio di indirizzo a pois è: 15GAgHaG1NjqD5fp7D1mZFKL6W6zQvPQvhK.

Il formato di indirizzo univoco di ciascuna criptovaluta è progettato per garantire la sicurezza e la specificità delle transazioni all'interno della rispettiva rete. Poiché il panorama delle criptovalute continua ad evolversi, comprendere questi vari formati diventa sempre più importante per gestire ed effettuare transazioni efficaci in diverse valute digitali.

Come ottenere l'indirizzo di un portafoglio

L'acquisizione dell'indirizzo di un portafoglio è un passo fondamentale per interagire con le criptovalute e ciò richiede la presenza di un portafoglio blockchain. Le opzioni per i portafogli sono diverse e comprendono varietà sia digitali che hardware. I portafogli digitali, spesso definiti hot wallet, sono basati su software e possono essere installati gratuitamente su computer o smartphone. D'altra parte, i portafogli hardware, noti come portafogli freddi, sono dispositivi fisici acquistati per archiviare criptovaluta in modo sicuro offline.

I portafogli digitali sono preferiti per la loro convenienza e facilità d’uso. Alcuni portafogli digitali popolari includono:

  • MetaMask: un'estensione del browser e un'app mobile nota per la sua compatibilità con Ethereum.
  • Trust Wallet: un portafoglio mobile che supporta un'ampia gamma di criptovalute.
  • Portafoglio Coinbase: un'estensione dell'exchange Coinbase, che offre un'interfaccia user-friendly.

Per una maggiore sicurezza, sono preferiti i portafogli hardware grazie alle loro capacità di conservazione a freddo, il che significa che non sono connessi a Internet. Trezor e Ledger sono marchi leader in questa categoria, offrendo vari modelli a diversi prezzi.

Inoltre, Plisio è un'altra opzione rilevante in questo ambito. Plisio funziona come gateway di pagamento di criptovaluta, consentendo agli utenti di effettuare transazioni e gestire varie criptovalute. Integra la funzionalità del portafoglio e offre servizi particolarmente vantaggiosi per le aziende che desiderano accettare pagamenti in criptovalute.

Per generare un indirizzo di portafoglio, apri il portafoglio scelto e seleziona la criptovaluta che desideri ricevere. Alcuni portafogli potrebbero richiedere la scelta dell'opzione "Ricevi". Il portafoglio genera quindi un indirizzo specifico per quella criptovaluta.

È fondamentale copiare e incollare questo indirizzo in modo accurato. La digitazione manuale è sconsigliata a causa del rischio di errori; anche un singolo errore nell'indirizzo può comportare la perdita di fondi, poiché le transazioni di criptovaluta non sono reversibili e non possono essere recuperate una volta inviate a un indirizzo errato.

bottom

Ti ricordiamo che Plisio ti offre anche:

Crea fatture crittografiche in 2 clic and Accetta donazioni in criptovalute

12 integrazioni

6 librerie per i linguaggi di programmazione più diffusi

19 criptovalute e 12 blockchain

Ready to Get Started?

Create an account and start accepting payments – no contracts or KYC required. Or, contact us to design a custom package for your business.

Make first step

Always know what you pay

Integrated per-transaction pricing with no hidden fees

Start your integration

Set up Plisio swiftly in just 10 minutes.