I migliori scambi di criptovalute statunitensi nel 2024

I migliori scambi di criptovalute statunitensi nel 2024

L’espansione del settore delle criptovalute ha portato alla creazione di una moltitudine di scambi di criptovalute, ciascuno dei quali offre una vasta gamma di asset. Queste piattaforme differiscono per metodi di deposito, coppie di trading disponibili e modelli di prezzo. Tuttavia, la pietra angolare della proposta di valore di qualsiasi borsa risiede probabilmente nelle sue misure di sicurezza.

Poiché le criptovalute continuano ad aumentare la loro valutazione di mercato, la salvaguardia degli asset non è mai stata così cruciale. Gli scambi hanno migliorato significativamente i loro protocolli di sicurezza, riflettendo la crescita e la maturità complessiva del settore.

Per coloro che sono curiosi dei criteri che distinguono un exchange sicuro dai suoi pari e cercano di identificare le piattaforme più sicure, questa discussione è per te. Il nostro obiettivo è evidenziare gli scambi di criptovaluta più affidabili e le caratteristiche chiave che contribuiscono a una solida sicurezza. In definitiva, l’exchange più sicuro non solo protegge i suoi utenti, ma si distingue come la scelta preferita dalla stragrande maggioranza degli appassionati di criptovalute. In aggiunta alle informazioni originali, è importante notare che gli scambi sicuri spesso implementano tecnologie avanzate come la conservazione a freddo dei fondi, l'autenticazione a due fattori (2FA) per gli utenti e controlli di sicurezza regolari per mantenere elevati standard di sicurezza.

Suggerimenti per la scelta di un exchange di criptovalute con sede negli Stati Uniti

Quando si seleziona uno scambio di criptovaluta negli Stati Uniti, è necessario considerare diversi fattori chiave per assicurarsi di prendere una decisione informata. Questi fattori includono il livello di identificazione richiesto per la registrazione, i limiti di transazione, il supporto per varie valute e le commissioni associate al trading.

Per i trader negli Stati Uniti entrano in gioco ulteriori considerazioni. Oltre a valutare le strutture tariffarie, le misure di sicurezza e i metodi disponibili per depositi e prelievi, è fondamentale verificare che uno scambio sia autorizzato a operare nel proprio stato o regione.

Nel processo di identificazione di uno scambio di criptovalute che aderisca agli standard legali statunitensi, presta attenzione alle seguenti aree:

Conformità normativa

  • È fondamentale impegnarsi con scambi conformi alle leggi statunitensi. La non conformità può portare a situazioni in cui i trader potrebbero perdere l’accesso ai propri asset, come è avvenuto per alcuni utenti di Binance.com nel 2019.

Requisiti di identificazione

  • Gli scambi favorevoli agli Stati Uniti richiedono in genere una documentazione di identificazione più ampia, inclusa la prova di indirizzo, rispetto alle piattaforme internazionali.

Limiti di transazione

  • Alcuni scambi negli Stati Uniti impongono limiti sulla quantità di criptovaluta che può essere acquistata o venduta entro un determinato periodo di tempo.

Coppie di trading supportate

  • Prima di impegnarti in un exchange, assicurati che supporti le coppie di criptovalute che ti interessa scambiare. In particolare, alcuni scambi con sede negli Stati Uniti, come Gemini, offrono una selezione più ristretta di criptovalute rispetto agli scambi globali più grandi.

Sicurezza e incidenti passati

  • Lo spazio delle criptovalute è spesso preso di mira dagli hacker. È essenziale scegliere un exchange con una solida cronologia di sicurezza e misure preventive come l'autenticazione a due fattori (2FA).

In aggiunta a queste considerazioni, è anche utile esaminare la qualità dell'assistenza clienti di un exchange, la facilità d'uso della sua piattaforma e la comunità e le risorse educative che fornisce. Questi elementi possono migliorare significativamente la tua esperienza di trading e aiutarti a prendere decisioni più informate nel frenetico mercato delle criptovalute.

COINBASE

Lanciata nel 2012, Coinbase si è rapidamente evoluta in una delle principali piattaforme per il trading di criptovalute, vantando una base di utenti che supera i 100 milioni. Essendo uno scambio regolamentato dagli Stati Uniti, fornisce una piattaforma sicura per il trading di oltre 250 diverse criptovalute. Tuttavia, vale la pena notare che la struttura tariffaria di Coinbase può essere piuttosto elevata, in particolare con una commissione di transazione standard dell'1,49% su acquisti e vendite.

Per le transazioni inferiori a $ 200, la piattaforma applica una struttura di commissioni fisse, che può comportare costi più elevati per operazioni più piccole. Inoltre, l'utilizzo di carte di debito/credito o PayPal per i depositi comporta una commissione del 3,99% che, nonostante includa la commissione, rimane costosa. Tuttavia, molti trader gravitano verso Coinbase grazie al suo processo di trading semplice e alle solide misure di sicurezza.

Sicurezza in prima linea

Coinbase si impegna a garantire la massima sicurezza, imponendo l'autenticazione a due fattori (2FA) per l'accesso al conto e i prelievi di fondi. Protegge il 98% delle risorse digitali dei clienti in celle frigorifere, riducendo al minimo il rischio di minacce online. L'exchange è accessibile tramite piattaforme web e mobili e offre ai clienti l'opportunità di guadagnare un reddito passivo attraverso lo staking, sebbene questa funzionalità non sia disponibile per i clienti statunitensi. Notevoli per offrire elevati rendimenti percentuali annuali (APY), le opzioni di staking come Polkadot e Avalanche forniscono rendimenti rispettivamente del 14,34% e 8,935%.

Caratteristiche principali e aspetti finanziari

  • Supporto criptovaluta: oltre 250 criptovalute disponibili per il trading.
  • Commissioni: commissioni elevate per carte di debito/credito e depositi PayPal al 3,99%. Agli ordini di acquisto e di vendita si applica una commissione dell'1,49%.
  • Portafoglio: offre un portafoglio proprietario e non custodito per una maggiore sicurezza.
  • Reddito passivo: fornisce opzioni di staking per guadagnare interessi sulle criptovalute, sebbene non per i clienti statunitensi.

Vantaggi e svantaggi

Professionisti :

  • Ampia selezione di oltre 250 criptovalute.
  • Depositi di fondi semplici utilizzando carte di debito/credito o PayPal.
  • Nessuna commissione per i bonifici bancari nazionali, il che rende tutto più semplice per i trader statunitensi.
  • Opportunità di guadagnare interessi sulle criptovalute attraverso lo staking.

Contro :

  • Commissioni di deposito elevate per gli acquisti effettuati con carte di debito/credito al 3,99%.

Nonostante la struttura tariffaria, l'impegno di Coinbase nei confronti della sicurezza, della facilità d'uso e di un'ampia gamma di criptovalute supportate ne fanno la scelta preferita tra i trader che cercano un ambiente di trading affidabile e sicuro.

Kraken

Fondata nel 2011 e facendo il suo debutto nel 2013, Kraken è emersa come un attore significativo nello spazio del trading di criptovalute. Presenta una selezione completa di oltre 200 criptovalute per il trading spot, che vanno da opzioni ben note come Bitcoin, Ethereum e Ripple ad altre come Cosmos, Waves e Polygon . In particolare, Kraken consente il trading con leva finanziaria, consentendo ai trader di amplificare le proprie operazioni fino a 5 volte su più di 100 mercati, con limiti ancora più elevati disponibili per i trader professionisti.

Valutazione approfondita del Kraken

Sebbene non sia l'opzione più conveniente sul mercato, la struttura tariffaria di Kraken ha un prezzo competitivo. Il trading spot comporta una commissione dello 0,26% per gli acquirenti del mercato, che diminuisce all'aumentare dei volumi di scambio. Per coloro che effettuano trading con margine, Kraken impone una commissione dello 0,02% ogni quattro ore in cui la posizione viene mantenuta aperta. Quando si tratta di depositare fondi, l'uso di carte di debito/credito comporta una commissione del 3,75%, sebbene ACH e bonifici bancari offrano un'alternativa più economica. È importante notare che Kraken non fornisce un servizio di portafoglio di criptovaluta dedicato.

Punti salienti e dettagli finanziari

  • Supporto criptovaluta: oltre 200 criptovalute per il trading.
  • Commissioni: i depositi con carta di debito/credito sono soggetti a una commissione del 3,75%. Le commissioni di negoziazione spot partono dallo 0,26%, con costi di negoziazione con margine in media dello 0,02% ogni quattro ore.
  • Portafoglio: Kraken non offre il proprio portafoglio crittografico.
  • Leva: leva fino a 5x su oltre 100 mercati di trading.

Vantaggi e svantaggi

Professionisti :

  • Piattaforma premier per il trading a margine con leva fino a 5x.
  • Ampia gamma di oltre 200 coppie di criptovalute per il trading.
  • Reputazione di lunga data, fondata nel 2011 e lanciata nel 2013.
  • Fornisce strumenti di trading sofisticati per investitori esperti.

Contro :

  • Commissioni elevate per depositi con carta di debito/credito al 3,75%.
  • Mancanza di trasparenza riguardo alle commissioni di deposito.

Kraken si distingue per le sue robuste opzioni di trading con leva, l'ampia selezione di criptovalute e gli strumenti di trading avanzati su misura per gli investitori esperti. Nonostante la sua struttura tariffaria e l'assenza di un portafoglio proprietario, la sua reputazione e l'offerta completa di servizi consolidano la sua posizione come piattaforma di riferimento per i trader che cercano profondità nelle loro strategie di trading.

GEMELLI

Lanciato nel 2014, Gemini si è rapidamente affermato come uno dei principali scambi di criptovalute negli Stati Uniti, ponendo una forte enfasi sulla sicurezza. Si è guadagnata il primato di essere il primo scambio e custode al mondo a ottenere le certificazioni SOC 1 Tipo 2 e SOC 2 Tipo 2, sottolineando il suo impegno nel mantenere elevati standard di sicurezza. Gemini vanta oltre 13 milioni di utenti attivi impegnati nell'acquisto, nella vendita e nello scambio di una gamma di oltre 70 criptovalute. La piattaforma non si ferma qui; offre anche staking e si è avventurato nel mercato NFT , ampliando la portata dei servizi per i suoi utenti.

Nonostante il suo approccio incentrato sulla sicurezza, Gemini non è rimasta immune dalle sfide poste dalla crisi del mercato delle criptovalute, spesso definita inverno delle criptovalute. Una battuta d'arresto notevole è stata l'improvvisa interruzione del programma Gemini Earn, una collaborazione con Genesis, che ha dovuto affrontare interruzioni in seguito alla dichiarazione di fallimento di Genesis. Questo evento ha segnato un momento significativo per Gemini, evidenziando i rischi inerenti allo spazio crittografico. Sono in corso procedimenti legali, con Gemini che lavora attivamente per recuperare e restituire i fondi ai propri utenti, dimostrando il proprio impegno nei confronti della propria base clienti anche di fronte alle avversità.

Considerata la posizione di Gemini nel panorama degli scambi di criptovalute, ecco un approfondimento sui suoi vantaggi e svantaggi per fornire una comprensione più sfumata della piattaforma:

Professionisti :

  • Sicurezza: in quanto primo exchange e custode di criptovalute certificato SOC 1 Type 2 e SOC 2 Type 2, le misure di sicurezza di Gemini sono tra le migliori del settore e garantiscono agli utenti la massima tranquillità.
  • Ampia gamma di criptovalute: con oltre 70 criptovalute disponibili per il trading, Gemini si rivolge a un ampio spettro di interessi degli investitori, dai mercati tradizionali a quelli più di nicchia.
  • Servizi aggiuntivi: oltre al trading tradizionale, Gemini offre staking e accesso al mercato NFT, migliorando l'esperienza dell'utente con più modi per interagire con le risorse digitali.
  • Ampia base di utenti: con oltre 13 milioni di utenti attivi, Gemini vanta una comunità vivace e liquidità, rendendo più semplice per gli utenti eseguire operazioni in modo efficiente.
  • Facile da usare: la piattaforma è progettata per essere accessibile sia ai principianti che ai trader esperti, con un'interfaccia intuitiva e risorse utili.

Contro :

  • Impatto del Crypto Winter : la brusca interruzione del prodotto Gemini Earn, a seguito della dichiarazione di fallimento di Genesis, ha sollevato preoccupazioni sulla resilienza della piattaforma alle recessioni del mercato e sulla sicurezza degli investimenti degli utenti nei prodotti associati.
  • Portata globale limitata: sebbene Gemini sia la scelta migliore negli Stati Uniti, i suoi servizi e la sua disponibilità potrebbero essere più limitati in altre giurisdizioni, con ripercussioni sugli utenti globali.
  • Commissioni: alcuni utenti ritengono che la struttura delle commissioni di Gemini sia più elevata rispetto ad altri scambi, il che potrebbe essere un deterrente per coloro che desiderano massimizzare i propri rendimenti su operazioni più piccole.
  • Complessità per i nuovi utenti: nonostante il suo design user-friendly, l’ampia gamma di servizi e funzionalità avanzate potrebbe sopraffare i nuovi arrivati nello spazio delle criptovalute.
  • Disponibilità di staking e NFT: sebbene offrire staking e NFT sia un vantaggio, la selezione e le funzionalità potrebbero non essere così complete come quelle delle piattaforme dedicate specializzate in queste aree, limitando potenzialmente le opzioni per gli appassionati.

L'attenzione di Gemini alla sicurezza e la sua vasta gamma di servizi lo rendono una scelta solida per gli utenti che danno priorità alla sicurezza e alla varietà nella loro esperienza di trading di criptovalute. Tuttavia, le sfide affrontate durante l’inverno delle criptovalute e le considerazioni relative alle commissioni e alla complessità del prodotto evidenziano l’importanza di valutare sia gli aspetti positivi che quelli negativi quando si sceglie una piattaforma di scambio di criptovalute.

Perché specifici scambi di criptovalute non sono accessibili ai residenti negli Stati Uniti?

Negli Stati Uniti, il panorama normativo per gli scambi di criptovaluta è complesso e rigoroso, ponendo sfide ai trader che cercano di trovare piattaforme in linea con i loro obiettivi di trading.

Gli scambi che operano negli Stati Uniti rientrano nella competenza normativa della Commodity Futures Trading Commission (CFTC), che impone il rispetto di severi protocolli antiriciclaggio (AML), regolamenti FinCEN e una moltitudine di altre regole stabilite da varie agenzie federali. Questo quadro normativo completo garantisce che gli scambi operino entro i confini della legge statunitense, salvaguardando gli interessi dei trader e l’integrità del sistema finanziario.

In particolare, lo Stato di New York tratta gli scambi di criptovaluta come servizi di trasmissione di denaro, richiedendo loro di acquisire licenze specifiche per operare. Questo requisito di licenza sottolinea l'impegno dello Stato nel regolamentare lo spazio crittografico e proteggere i consumatori. Inoltre, gli scambi che facilitano le transazioni in criptovalute, considerati titoli dalle leggi federali statunitensi sui titoli, devono superare ulteriori ostacoli di conformità per aderire alle normative della Securities and Exchange Commission (SEC).

In aggiunta a queste considerazioni, è essenziale che i trader e gli scambi rimangano informati sull'evoluzione del panorama normativo, poiché la conformità non solo influisce sulle capacità operative ma determina anche l'ampiezza dei servizi offerti ai clienti statunitensi. La natura dinamica della regolamentazione delle criptovalute negli Stati Uniti riflette lo sforzo del governo di bilanciare l'innovazione con la protezione dei consumatori e la stabilità finanziaria.

Gli scambi di criptovaluta sono legali?

Il quadro normativo per gli scambi di criptovalute varia in modo significativo da un paese all'altro, in gran parte a seconda delle leggi finanziarie locali e dell'atteggiamento nei confronti delle criptovalute.

Negli Stati Uniti, gli scambi di criptovaluta sono generalmente classificati come "attività di servizi monetari" e devono registrarsi presso la Financial Industry Regulatory Authority (FINRA). Questa registrazione è fondamentale per garantire la conformità alle normative antiriciclaggio (AML), che includono la verifica obbligatoria dell'identificazione per i clienti che aprono conti.

Nel Regno Unito, gli scambi di criptovalute spesso si registrano presso la Financial Conduct Authority (FCA). Sebbene questa registrazione garantisca che gli scambi eseguano la due diligence sui nuovi clienti, vale la pena notare che gli stessi asset crittografici non sono considerati prodotti finanziari regolamentati nel Regno Unito, rendendo la registrazione FCA non obbligatoria.

La situazione in Australia è in qualche modo simile, dove non esiste alcun obbligo legale affinché gli scambi di criptovalute siano regolamentati dalla Australian Securities and Investments Commission (ASIC). Tuttavia, gli scambi devono registrarsi presso l’Australian Transaction Reports and Analysis Center (AUSTRAC) per aiutare nella prevenzione dei crimini finanziari.

In Canada, gli scambi di criptovalute nazionali sono tenuti a registrarsi presso il Centro di analisi delle transazioni e dei rapporti finanziari del Canada (FinTRAC). Questa registrazione comporta varie responsabilità, come ad esempio segnalare ogni singola transazione di criptovaluta superiore a 10.000 dollari. Il ruolo di FinTRAC si estende anche a garantire che gli scambi aderiscano alle linee guida di negoziazione per i clienti al dettaglio, in particolare per quanto riguarda le avvertenze sui rischi e l'uso della leva finanziaria.

Gli scambi di criptovalute si muovono quindi in un panorama normativo complesso, operando in una zona grigia in molte giurisdizioni. Poiché le criptovalute come Bitcoin ed Ethereum non sono riconosciute come moneta avente corso legale, gli scambi spesso aggirano molte normative che si applicano ai tradizionali servizi di intermediazione azionaria. Questa ambiguità normativa consente un’ampia gamma di libertà operative, ma richiede anche un approccio attento per garantire la conformità alle leggi e ai regolamenti locali.

Ti ricordiamo che Plisio ti offre anche:

Crea fatture crittografiche in 2 clic and Accetta donazioni in criptovalute

12 integrazioni

6 librerie per i linguaggi di programmazione più diffusi

19 criptovalute e 12 blockchain