Tasso di combustione di Shiba Inu: cos'è e il suo impatto sull'ecosistema SHIB

Tasso di combustione di Shiba Inu: cos'è e il suo impatto sull'ecosistema SHIB

Shiba Inu è rapidamente emerso come un attore notevole nel settore delle monete meme sin dal suo lancio nel 2020, caratterizzato dalla sua vasta comunità e da meccanismi innovativi come la combustione dei token. Il token è iniziato con un’incredibile fornitura di un quadrilione, con una parte significativa già bruciata per ridurre l’offerta e potenzialmente aumentare il valore.

Il meccanismo di combustione di Shiba Inu non è solo una strategia fondamentale per la gestione dell'offerta di token, ma anche una caratteristica chiave che incuriosisce gli investitori. All’inizio del 2024, oltre 410 trilioni di token SHIB , che rappresentano circa il 41% della fornitura originale, sono stati distrutti. Questi incendi sono culminati in un valore totale superiore a 3,9 miliardi di dollari.

L'impatto di queste ustioni è profondo, con il più grande singolo evento condotto dal creatore di Ethereum Vitalik Buterin , che ha bruciato una parte significativa dei token SHIB che gli erano stati donati durante il lancio del progetto. Questo atto non solo ha evidenziato l'aspetto guidato dalla comunità dei token burn, ma ha anche sottolineato l'impegno del progetto nel ridurre l'offerta di token.

Inoltre, l’implementazione della rete Shibarium layer-2 ha introdotto un sistema in cui il 70% delle commissioni di transazione di base viene assegnato a ulteriori ustioni, rafforzando il meccanismo deflazionistico. Ciò ha lo scopo di favorire un graduale aumento del valore di SHIB, un obiettivo atteso con impazienza dalla sua comunità.

Shiba Inu è ora la seconda moneta meme più preziosa per capitalizzazione di mercato, dietro solo a Dogecoin. Questo status è attribuito non solo alle sue pratiche di combustione, ma anche alla sua elevata offerta iniziale e agli sforzi in corso da parte della comunità per aumentarne la scarsità. La comunità e gli sviluppatori sperano che i continui burns possano potenzialmente spingere il prezzo del token più vicino a $ 0,01 o addirittura $ 1, creando uno scenario rialzista per gli investitori.

Mentre Shiba Inu continua ad evolversi, il suo meccanismo di combustione rimane un elemento critico. Non si tratta solo di ridurre l'offerta, ma anche di creare un ambiente economico solido in cui il valore del token possa prosperare, guidato sia dalla scarsità che dalla domanda.

Cosa significa bruciare i gettoni Shiba Inu?

Shiba Inu ha utilizzato un meccanismo di combustione delle monete per ridurre la propria offerta di token, una strategia condivisa da molte altre importanti criptovalute che mirano a raggiungere uno stato deflazionistico. Questo processo prevede l'invio di token a "indirizzi masterizzatore" o "portafogli morti" designati, che sono unici in quanto le loro chiavi private sono sconosciute, rendendo impossibile il recupero o il riutilizzo dei token inviati a questi indirizzi. In sostanza, una volta inviati a questi indirizzi, i token SHIB vengono permanentemente rimossi dalla circolazione.

La pratica del token burn è diventata particolarmente popolare intorno al 2017 ed è utilizzata da numerosi progetti nello spazio crittografico, inclusi nomi importanti come Ethereum, BNB e Terra Classic. Per Shiba Inu, la decisione di bruciare i token è stata uno sforzo collettivo della comunità e degli sviluppatori, sottolineando l'approccio democratico del progetto alle sue strategie economiche. Riducendo l'offerta totale di token SHIB, l'iniziativa mira ad aumentare la scarsità e potenzialmente ad aumentare il valore del token nel tempo.

Il meccanismo di masterizzazione dei token è semplice ma di grande impatto: i token vengono trasferiti in un portafoglio visibile pubblicamente sulla blockchain dove diventano inaccessibili. Ciò riduce di fatto l'offerta disponibile, alterando il panorama economico del token e aumentandone potenzialmente il valore di mercato a causa della riduzione dell'offerta. L'aggressiva strategia di combustione di Shiba Inu, che ha già visto eliminare una parte significativa della sua offerta, evidenzia il suo impegno verso questo modello deflazionistico, che rimane un punto focale della sua politica finanziaria a lungo termine. Questo approccio non solo supporta il prezzo di mercato del token, ma si allinea anche con gli interessi più ampi della comunità nel vedere aumentare il valore delle proprie partecipazioni.

Tasso di combustione di Shiba Inu

Il meccanismo del tasso di combustione di Shiba Inu svolge un ruolo fondamentale nella strategia della criptovaluta per ridurre la sua offerta circolante nel tempo. Il team di sviluppo invia in modo proattivo una porzione di token SHIB a un indirizzo di masterizzazione designato, rimuovendoli effettivamente e permanentemente dalla circolazione. Questo processo è completamente trasparente e può essere tracciato sulla blockchain di Ethereum, offrendo ai possessori di token una chiara visibilità e responsabilità riguardo alla riduzione dell'offerta.

ShibBurn: il portale infuocato di Shiba Inu
ShibBurn funge da portale strategico in cui gli utenti possono partecipare attivamente al processo di masterizzazione scambiando i propri token SHIB con un token premio unico. Inizialmente sviluppato in collaborazione con Ryoshi, il portale da allora ha visto cambiamenti significativi. A seguito di una divisione con Ryoshi, il team di sviluppo di Shib ha preso il pieno controllo di ShibBurn, integrandolo perfettamente nella loro piattaforma di scambio decentralizzata, ShibSwap.

Dal suo lancio, ShibBurn ha facilitato la combustione di un numero significativo di token, con i titolari che hanno bruciato 20 miliardi di token Shiba Inu solo nei primi cinque giorni. Questa iniziativa è stata in parte ispirata da un evento notevole avvenuto nel maggio 2021, quando Vitalik Buterin, il fondatore di Ethereum, ha bruciato 6,7 miliardi di dollari in SHIB, influenzando in modo significativo le dinamiche di mercato del token.

ShibBurn fornisce tre indirizzi specifici per le attività di masterizzazione:

  • L'indirizzo originale utilizzato da Vitalik Buterin per bruciare il suo disco.
  • Un indirizzo designato per le transazioni associate alle inserzioni ShibaSwap.
  • L'indirizzo del "buco nero", noto anche come indirizzo di genesi di Ethereum, che funge da destinazione finale per i token rimossi dalla circolazione.

Questi sviluppi sottolineano l’impegno di Shiba Inu nel ridurre l’offerta di token per aumentare la scarsità e potenzialmente aumentare il valore, allineandosi agli obiettivi più ampi della sua comunità e delle parti interessate. Questo approccio strategico al burnout non solo sostiene la stabilità del prezzo del token, ma coinvolge anche la comunità in un processo deflazionistico partecipativo e trasparente.

Perché bruciare i gettoni Shiba Inu

Il meccanismo di combustione delle monete Shiba Inu è progettato strategicamente per gestire l'enorme offerta iniziale e per favorire un aumento del valore del token attraverso la scarsità. Lanciato inizialmente con la colossale quantità di un quadrilione di gettoni, Shiba Inu ha introdotto il suo meccanismo di combustione non solo come strumento per ridurre questo vasto numero, ma anche per aumentare il valore percepito di ogni gettone rimanente.

La logica principale alla base della combustione dei token Shiba Inu è quella di controbilanciare gli effetti inflazionistici derivanti da un'elevata offerta circolante, che spesso diluisce il valore. Riducendo sistematicamente il numero di token in circolazione, il processo di burn mira a creare scarsità, aumentando così potenzialmente la domanda e il prezzo dei token rimanenti. Questo approccio è profondamente radicato nei principi della tokenomics, dove le dinamiche della domanda e dell'offerta sono determinanti cruciali del valore di mercato di un token.

Al momento del lancio, il basso prezzo nominale dei token SHIB li ha resi attraenti per gli investitori grazie alla loro apparente convenienza. Tuttavia, questa ampia offerta ha posto sfide significative per sostanziali aumenti di prezzo senza incidere eccessivamente sulla capitalizzazione di mercato del token. Ad esempio, raggiungere un prezzo di 1 dollaro per SHIB con l’offerta iniziale implicherebbe una capitalizzazione di mercato superiore al PIL combinato di tutti i paesi a livello globale, uno scenario irrealistico. Pertanto, l’obiettivo di ridurre l’offerta di token tramite il burning diventa cruciale per raggiungere realisticamente un prezzo più alto.

È importante notare che bruciare i token da solo non garantisce un aumento del prezzo. L’efficacia di questa strategia dipende in modo significativo dalla continua domanda. Se il mercato desidera i token SHIB e l'offerta continua a diminuire a causa dei burns, potrebbe effettivamente esserci un impatto positivo sul prezzo del token, allineandosi con gli interessi della comunità e degli investitori nel vedere crescere il valore di SHIB. Pertanto, l'iniziativa bruciante dello Shina Inu funge da strategia fondamentale per l'aumento del valore a lungo termine, attentamente monitorata e supportata dalla sua comunità.

middle

Impatto del token burning sullo Shibarium

Shibarium, la rete layer 2 di Shiba Inu lanciata nel 2023, ha introdotto un meccanismo di masterizzazione automatizzato che integra le masterizzazioni SHIB manuali per ridurre strategicamente la fornitura circolante di token Shiba Inu. All'interno di Shibarium ogni transazione genera commissioni suddivise in commissioni base e commissioni prioritarie. Sorprendentemente, il 70% della commissione di base viene automaticamente convertito in bruciature SHIB attraverso un processo in cui si accumula in BONE (la risorsa nativa di Shibarium) fino a quando un valore di $ 25.000 non viene trasferito su L1 di Ethereum per la conversione in SHIB e la successiva combustione. Questo meccanismo è destinato a rafforzare in modo significativo la natura deflazionistica dello SHIB, soprattutto man mano che l’utilizzo della piattaforma cresce e vengono elaborate più transazioni.

Il tasso di combustione all'interno dell'ecosistema Shiba Inu non influisce solo sulla fornitura di token, ma svolge anche un ruolo cruciale nell'influenzare il valore di mercato del token. Una diminuzione dei token in circolazione, se abbinata a una domanda sostenuta o in crescita, ha il potenziale per far salire il prezzo di SHIB. Tuttavia, è essenziale comprendere che il tasso di combustione da solo non controlla la dinamica dei prezzi; Anche il sentiment del mercato, i fattori economici più ampi e il comportamento degli investitori svolgono un ruolo significativo.

La percezione degli investitori e il sentiment del mercato sono notevolmente influenzati dai tassi di combustione più elevati, poiché questi creano una percezione di scarsità ed esclusività, attirando così potenziali investitori alla ricerca di asset con un’offerta limitata. Questa percepita scarsità può portare a un sentimento di mercato positivo, aumentando la capitalizzazione di mercato complessiva di SHIB.

Inoltre, l'impatto di Shibarium si estende a ShibaSwap, l'exchange decentralizzato di Shiba Inu. Man mano che l’offerta circolante diminuisce, i token SHIB diventano più scarsi sulle piattaforme di trading, portando potenzialmente ad un aumento dei volumi di scambio e ad una maggiore liquidità. Questa scarsità può rafforzare in modo significativo l’utilità e l’attrattiva di ShibaSwap per trader e fornitori di liquidità, rendendolo un hub più vivace per gli scambi di criptovaluta.

Infine, l'efficacia dei meccanismi di burn di SHIB, in particolare attraverso Shibarium, influenza anche l'utilità dei token SHIB all'interno dell'ecosistema. Con meno token in circolazione, quelli che rimangono possono acquisire maggiore utilità e valore, incoraggiando i detentori a impegnarsi più attivamente con l’ecosistema. Ciò include la partecipazione alla governance, l’utilizzo di token in varie applicazioni di finanza decentralizzata (DeFi) e lo sfruttamento di servizi che richiedono o premiano l’utilizzo di SHIB.

In sintesi, il ruolo di Shibarium nel rafforzare la strategia deflazionistica di Shiba Inu potrebbe essere un importante catalizzatore per futuri aumenti di prezzo, a condizione che sia supportato da una maggiore attività della piattaforma e da una domanda sostenuta. Gli sviluppi in corso nello Shibarium potrebbero quindi essere fondamentali nel modellare il panorama economico dell’ecosistema Shiba Inu, portando potenzialmente a una rete più solida e preziosa.

Quante monete di Shiba Inu sono state bruciate?

La pratica del token burn per Shiba Inu non era originariamente delineata nel suo documento fondamentale, il WoofPaper, suggerendo che non faceva parte del piano iniziale per il token. Il concetto di bruciare i token SHIB ha acquisito uno slancio significativo dopo un evento cruciale nel giugno 2021, quando il co-fondatore di Ethereum Vitalik Buterin, che aveva inaspettatamente ricevuto metà della fornitura totale del token in dono dal creatore del token, Ryoshi, ha deciso di bruciarne il 41% di tutti i token SHIB.

La decisione di Buterin di bruciare una quantità così consistente ha fatto seguito alla sua mossa di vendere circa il 9% delle sue partecipazioni nel SHIB per contribuire con fondi alla lotta alla pandemia di COVID-19 in India. I token rimanenti sono stati inviati a un portafoglio morto, rimuovendoli di fatto dalla circolazione. Questa drammatica riduzione dell'offerta disponibile di SHIB non solo ha accentuato la scarsità del token, ma ha anche aumentato la sua popolarità tra gli appassionati di criptovalute e gli investitori.

In risposta alla crescente attenzione della comunità sui token burn come meccanismo per aumentare il valore, gli sviluppatori di Shiba Inu hanno introdotto il portale ShibBurn il 23 aprile 2022. Questa piattaforma consente ai detentori di SHIB di bruciare volontariamente i propri token in cambio di reddito passivo, incoraggiando ulteriormente la riduzione della fornitura circolante di SHIB. Nonostante la creazione del portale ShibBurn, il team Shiba Inu non ha fissato un programma fisso per le ustioni, con il risultato che la quantità di SHIB bruciati ogni mese varia in base alla partecipazione della comunità e alle dinamiche del mercato.

Questo approccio in evoluzione alla gestione dei token riflette una tendenza più ampia all’interno della comunità delle criptovalute, dove i token burn sono sempre più visti come uno strumento strategico per gestire l’offerta, stimolare la domanda e potenzialmente aumentare il valore delle risorse digitali nel tempo.

Qual è il futuro di Shiba Inu

Il token burn è emerso come approccio strategico per i progetti di criptovaluta, tra cui Shita Inu, volti a gestire la loro economia dei token. Bruciando i token, questi progetti possono ridurre l’offerta disponibile, aumentando potenzialmente la domanda e il valore percepito dei token rimanenti. Questa strategia dimostra anche l'impegno del team di sviluppo per la longevità del progetto e può portare a una riduzione della volatilità dei prezzi, a una maggiore stabilità del mercato e a una maggiore sicurezza.

Ad oggi, il team Shiba Inu ha effettivamente bruciato oltre 410 trilioni dei gettoni SHIB da 1 quadrilione inizialmente coniati. Questa sostanziale riduzione dell'offerta circolante fa parte di uno sforzo più ampio per aumentare potenzialmente il prezzo del token, con la comunità e gli investitori che osservano attentamente per vedere se questi sforzi potrebbero spingere SHIB a raggiungere l'inafferrabile soglia di 1 centesimo.

Guardando al futuro, il progetto Shiba Inu continua ad evolversi, con il suo meccanismo di velocità di combustione che gioca un ruolo fondamentale nel suo ecosistema. La crescente visibilità e adozione del progetto solleva interrogativi interessanti su come il tasso di combustione influenzerà la sua crescita e sostenibilità future. Per gli investitori e gli appassionati, rimanere aggiornati sugli sviluppi relativi alla strategia di combustione di Shiba Inu e alle sue implicazioni è fondamentale. Man mano che l'ecosistema cresce e si adatta, l'impatto del token burn sul valore e sulla stabilità di SHIB sarà un'area chiave di interesse, modellando la traiettoria di questo popolare progetto di criptovaluta.

bottom

Ti ricordiamo che Plisio ti offre anche:

Crea fatture crittografiche in 2 clic and Accetta donazioni in criptovalute

12 integrazioni

6 librerie per i linguaggi di programmazione più diffusi

19 criptovalute e 12 blockchain

Ready to Get Started?

Create an account and start accepting payments – no contracts or KYC required. Or, contact us to design a custom package for your business.

Make first step

Always know what you pay

Integrated per-transaction pricing with no hidden fees

Start your integration

Set up Plisio swiftly in just 10 minutes.