Cosa significa Hashrate e perché è importante?

Cosa significa Hashrate e perché è importante?

Nel mondo delle criptovalute e della blockchain, "hashrate" è un termine fondamentale che influenza in modo significativo le dinamiche delle blockchain Proof-of-Work (PoW) come Bitcoin ed Ethereum (prima del suo aggiornamento 2.0). L'hashrate rappresenta la potenza computazionale totale utilizzata nell'estrazione e nell'elaborazione delle transazioni su queste reti.

Un "hash" è un codice alfanumerico di lunghezza fissa che rappresenta parole, messaggi e dati di varia lunghezza. Diversi progetti crittografici utilizzano diversi algoritmi di hashing per generare questi codici. Ad esempio, Bitcoin utilizza SHA256, trasformando la parola “Plisio” in un codice hash univoco. L’essenza del mining consiste nel risolvere enigmi complessi per aggiungere nuovi dati transazionali alla blockchain. I minatori competono per generare un hash inferiore a quello "target" alterando un "nonce", un processo simile a un sistema di lotteria in cui ogni nuovo hash è un biglietto unico.

L'hash rate, in termini più semplici, è la velocità alla quale opera una macchina mineraria, paragonabile alla misurazione della velocità di un'auto in chilometri o metri. Viene quantificato dal numero di hash creati al secondo, che vanno dai kilohash agli exahash, a seconda della rete e delle capacità dei singoli minatori. Le reti di grandi dimensioni come Bitcoin, ad esempio, possono mostrare tassi di hash espressi in exahash al secondo (EH/s).

Come viene misurato l'Hashrate?

Il concetto di hashrate è fondamentale per comprendere il mining di criptovalute. Misura la capacità computazionale di una rete blockchain, espressa nel numero di calcoli, o hash, eseguiti al secondo. Ad esempio, un hashrate di 1TH/s (terahash al secondo) indica la capacità di eseguire un trilione di calcoli ogni secondo.

Il mining, il processo di convalida e aggiunta di transazioni a una blockchain come Bitcoin, fa molto affidamento su questa metrica. I minatori utilizzano hardware specializzato in grado di eseguire trilioni di calcoli al secondo. Come ricompensa per il loro contributo nella verifica e registrazione delle transazioni, i minatori guadagnano criptovaluta.

Gli hashrate possono variare in modo significativo a seconda delle dimensioni e della scala della rete blockchain. Le reti di grandi dimensioni come Bitcoin mostrano tipicamente hashrate nell’ordine di terahash o addirittura exahash (quintilioni di hash) al secondo, riflettendo gli immensi sforzi computazionali di migliaia di computer connessi. È stato registrato, ad esempio, un hashrate della rete Bitcoin che supera i 250 EH/s (exahash al secondo).

Le reti blockchain più piccole, al contrario, possono avere hashrate misurati in unità relativamente più piccole come kilohash (migliaia), megahash (milioni) o gigahash (miliardi) al secondo. Il numero di minatori attivi su una rete influisce direttamente sul suo hashrate; un numero maggiore di minatori si traduce in un hashrate più elevato a causa della maggiore concorrenza per i premi minerari, mentre un numero minore di minatori porta a un hashrate inferiore.

L'hashrate non indica solo la potenza computazionale dei singoli minatori o della rete in generale, ma funge anche da indicatore della sicurezza e dell'efficienza della rete nell'elaborazione delle transazioni.

Qual è l'importanza dell'hashrate?

L'hash rate è una misura fondamentale della sicurezza di una rete blockchain. Le reti con hash rate elevati sono generalmente più sicure e resistenti agli attacchi a causa dell’enorme volume di miner onesti che competono per estrarre i blocchi. Questa forte competizione diminuisce la probabilità che i manipolatori possano manomettere con successo la blockchain.

Una notevole minaccia per le reti blockchain è l'attacco del 51%, in cui entità dannose mirano a ottenere il controllo di oltre la metà del potere minerario della rete. In tali scenari, gli aggressori possono potenzialmente falsificare le transazioni, spendere due volte le monete e impedire la convalida delle transazioni legittime. La doppia spesa è una vulnerabilità significativa, poiché consente agli aggressori di spendere la stessa criptovaluta più volte.

Per visualizzare, considera i minatori come elettori in un sistema, in cui il voto della maggioranza convalida le transazioni. In una rete con un gran numero di minatori, è difficile per un gruppo di malintenzionati acquisirne la maggioranza. Tuttavia, nelle reti più piccole, il rischio aumenta poiché sono necessari meno minatori per ottenere il controllo.

Questi attacchi, sebbene teoricamente possibili, sono generalmente rari e poco pratici a causa degli elevati costi associati. Ad esempio, l'hashrate di Bitcoin raggiunge centinaia di exahash al secondo (una cifra con 18 zeri). Sovraccaricare una rete del genere richiederebbe più della metà di questa potenza di calcolo, con costi proibitivi in attrezzature minerarie specializzate e in elettricità.

Pertanto, un hash rate elevato non solo indica la partecipazione attiva dei miner e la loro fiducia nel potenziale della rete, ma funge anche da indicatore della salute e della sicurezza della rete. Questo è il motivo per cui gli investitori spesso considerano gli hash rate elevati come segnali incoraggianti, che segnalano una rete solida e sicura, rendendola un’opzione di investimento più attraente rispetto alle reti con hash rate più bassi.

Cosa succede quando l'hash rate cambia (aumenta o diminuisce)?

L'hash rate funge da indicatore vitale dell'attività dei miner e della salute generale della rete nelle reti blockchain Proof-of-Work (PoW). Comprendere i cambiamenti nell'hash rate può rivelare molto sullo stato della rete:

Quando il tasso di hash aumenta :

  • C’è un aumento delle risorse computazionali dedicate ai blocchi minerari, indicando un maggiore coinvolgimento dei minatori.
  • Il consumo di energia elettrica aumenta a causa della maggiore attività mineraria.
  • La sicurezza della rete è rafforzata, rendendo sempre più difficile per una singola entità ottenere il controllo o lanciare un attacco.
  • La difficoltà di mining aumenta, una risposta innescata dalla maggior parte degli algoritmi blockchain per mantenere l’equilibrio mentre l’hash rate aumenta.

Quando l'Hash Rate diminuisce :

  • Si osserva un calo nella partecipazione dei minatori, con meno concorrenti per estrarre blocchi e guadagnare ricompense.
  • La sicurezza della rete è compromessa, aumentando il rischio di un attacco del 51%. In un attacco di questo tipo, i miner che controllano oltre il 50% dell’hash rate della rete possono potenzialmente manipolare la blockchain.
  • Il consumo energetico delle piattaforme minerarie diminuisce a causa della riduzione delle operazioni minerarie.
  • La difficoltà di mining diminuisce, rendendo più semplice per i miner rimanenti elaborare e convalidare i blocchi.

Oltre a queste implicazioni, le fluttuazioni dell’hash rate influiscono anche sulla fiducia degli investitori. Un hash rate in aumento può attrarre più investitori, poiché indica una rete solida e sicura. Al contrario, un hash rate in calo può scoraggiare gli investimenti a causa delle vulnerabilità e dell’instabilità percepite.

Inoltre, l’hash rate è un fattore chiave nel determinare l’impatto ambientale delle reti PoW. Tassi di hash più elevati implicano un maggiore utilizzo di energia, sollevando preoccupazioni sulla sostenibilità e sull’impronta ecologica di tali reti blockchain.

L'hash rate è una metrica sfaccettata nelle blockchain PoW, che riflette non solo la potenza computazionale e la sicurezza della rete, ma influenza anche la redditività del mining, il sentiment degli investitori e le considerazioni ambientali.

Ti ricordiamo che Plisio ti offre anche:

Crea fatture crittografiche in 2 clic and Accetta donazioni in criptovalute

12 integrazioni

6 librerie per i linguaggi di programmazione più diffusi

19 criptovalute e 12 blockchain